Mercedes Classe E, in arrivo una versione ultra-leggera in fibra di carbonio

Mercedes Classe E, in arrivo una versione ultra-leggera in fibra di carbonio

Mercedes Classe E, in arrivo una versione ultra-leggera in fibra di carbonio

Secondo alcune indiscrezioni, la casa automobilistica tedesca Mercedes sta lavorando ad una versione ultra-leggera della berlina di segmento E Premium Classe E: le voci raccontano che la maison della Stella a Tre Punte ha avviato i lavori per realizzare questa declinazione particolare entro l’anno 2015 e che i tecnici hanno avuto l’approvazione di utilizzare la fibra di carbonio per mettere a punto la variante. Per ora, questa speciale Mercedes Classe E non ha ancora un nome specifico e neppure una diretta concorrente.

Secondo le indicazioni che siamo riusciti a raccogliere, la nuova Mercedes Classe E ultra-leggera (una denominazione con cui noi, arbitrariamente, abbiamo deciso di battezzare il modello) peserà approssimativamente trecentocinquanta chilogrammi in meno rispetto all’attuale Mercedes Classe E, cioè approssimativamente 1.300 chilogrammi. La fibra di carbonio, più rigida dell’acciaio ma contemporaneamente più leggera, permetterà a questa versione speciale di migliorare le prestazioni, i consumi di carburante e le emissioni di anidride carbonica (la società Mercedes non ha ancora escluso una meccanica ibrida/elettrica o ad idrogeno).

Come se non bastasse, la fibra di carbonio dà carta bianca per quanto riguarda la creatività ai tecnici e ai designer che stanno lavorando sulla vettura e non impone le regole o i dettami di altri materiali: ad esempio – suppongono alcune chiacchiere – la nuova Mercedes Classe E ultra-leggera potrebbe sfruttare le portiere ad Ali di Gabbiano (Gullwings) o portiere scorrevoli prive di montante centrale (il montante B).

La nuova berlina sportiva (perché di questo si tratta) della casa automobilistica di Stoccarda sarà su strada tra circa quattro anni – come abbiamo già detto – e sarà venduta ad un ritmo di circa venti mila esemplari per anno.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati