Seat Altea XL Electric Ecomotive

La casa automobilistica Seat ha annunciato solennemente che il primo veicolo ibrido della propria storia sarà commercializzato a partire dall’anno 2015 e che soltanto un anno dopo, cioè nel 2016, nella gamma sarà introdotta la prima vettura completamente elettrica: l’azienda ha dunque così voluto dimostrare la propria energia, ora completamente impiegata nell’assicurarsi la sopravvivenza (il Gruppo Volkswagen minaccia provvedimenti se il brand di Martorell non porterà profitti interessanti nelle casse della società di Wolfsburg). Ma non solo parole: il marchio iberico ha deciso di esprimere con i fatti la propria determinazione nel realizzare veicoli efficienti ed ecologici. A partire dai prossimi mesi, le istituzioni governative di Madrid e di Catalogna riceveranno in dotazione alcuni esemplari della monovolume elettrica Seat Altea XL Electric Ecomotive: l’azienda utilizzerà queste vetture per testare la tecnologia elettrica, registrando i dati per cinque anni.

La nuova Seat Altea XL Electric Ecomotive viene dotata di un motore elettrico (ovviamente) da 177 cavalli e 270 Nm di coppia massima, che garantisce un’autonomia di circa 135 chilometri e che permette di spingere la vettura ad una velocità massima pari a 135 chilometri orari. La meccanica della vettura prevede ovviamente un pacchetto di batterie agli ioni di litio, installato sotto il pavimento dell’abitacolo per non modificare eccessivamente lo spazio abitativo del Multi Purpose Vehicle. La nuova Seat Altea XL Electric Ecomotive viene inoltre munita di un pannello fotovoltaico sistemato sul tetto, che permette di catturare i raggi solari e di trasformarli in energia per mantenere attiva la ventola del sistema di climatizzazione.

Oltre alla nuova Seat Altea XL Electric Ecomotive, la casa automobilistica donerà anche la nuova Seat Leon TwinDrive Ecomotive all’estabilishment delle due città, prima vettura ibrida del brand per ora ancora in forma embrionale, che serve a testare la meccanica e a renderla adatta alla commercializzazione (avverrà nel 2015, come detto).

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati