WP_Post Object ( [ID] => 29806 [post_author] => 13 [post_date] => 2011-11-26 15:10:19 [post_date_gmt] => 2011-11-26 14:10:19 [post_content] => La casa automobilistica Mercedes ha confermato alla testata britannica Autocar l'intenzione di chiudere il brand Maybach nel corso dell'anno 2013: un'altra vittima (illustre, in questo caso) di una recessione che non sta risparmiando il mondo dei motori. A nulla sono valsi i tentativi di trovare una strada alternativa (collaborazioni con altre società, ad esempio): Dieter Zetsche, Presidente di Daimler, a cui fanno capo sia la società della Stella a Tre Punte che quella, più nobile, destinata all'oblio, ha deciso di fermare lo sviluppo di una nuova gamma Maybach, per concentrare maggiormente le energie sul futuro di Mercedes. Le limousine Maybach 57 e Maybach 62 rimarranno in listino sino alle prime settimane dell'anno 2013, poco dopo il debutto della nuova Mercedes Classe S (che, come vedremo, in parte ne farà le veci): ovviamente, la casa automobilistica tedesca continuerà a garantire assistenza agli illustri proprietari di modelli Maybach, anche se sospettiamo che questo annuncio inflazionerà con decisione l'immagine del marchio. Resuscitata nel corso dell'anno 2002 - da Mercedes, da Daimler - per far concorrenza a Bentley e a Rolls-Royce, l'azienda non ha portato i profitti sperati nelle casse della società tedesca: la chiusura di Maybach era già stata ipotizzata dai manager durante l'estate, manager che si erano dati la possibilità di vagliare scelte alternative (come, ad esempio, un accordo con Aston Martin). Niente da fare: calerà il sipario (ancora) su Maybach e sulle sue vetture lussuose, raffinate, eleganti, ricercate, pregiate. Per non abbandonare, tuttavia, il bacino d'utenza (ristretto), Mercedes ha deciso di proporre la nuova generazione di Mercedes Classe S (la quinta) con tre differenti passi: uno, il più ampio, sarà destinato ad una speciale S600 Pullman, versione extra-lusso dell'ammiraglia di segmento F Premium della Stella a Tre Punte. Lo possiamo considerare - non a torto - l'ultimo saluto alle gloriose limousine di Maybach. [post_title] => Maybach, ufficiale la chiusura dello storico nobile brand tedesco [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => maybach-ufficiale-la-chiusura-dello-storico-nobile-brand-tedesco [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2011-11-26 12:33:54 [post_modified_gmt] => 2011-11-26 11:33:54 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=29806 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Maybach, ufficiale la chiusura dello storico nobile brand tedesco

Maybach, ufficiale la chiusura dello storico nobile brand tedesco

La casa automobilistica Mercedes ha confermato alla testata britannica Autocar l’intenzione di chiudere il brand Maybach nel corso dell’anno 2013: un’altra vittima (illustre, in questo caso) di una recessione che non sta risparmiando il mondo dei motori. A nulla sono valsi i tentativi di trovare una strada alternativa (collaborazioni con altre società, ad esempio): Dieter Zetsche, Presidente di Daimler, a cui fanno capo sia la società della Stella a Tre Punte che quella, più nobile, destinata all’oblio, ha deciso di fermare lo sviluppo di una nuova gamma Maybach, per concentrare maggiormente le energie sul futuro di Mercedes. Le limousine Maybach 57 e Maybach 62 rimarranno in listino sino alle prime settimane dell’anno 2013, poco dopo il debutto della nuova Mercedes Classe S (che, come vedremo, in parte ne farà le veci): ovviamente, la casa automobilistica tedesca continuerà a garantire assistenza agli illustri proprietari di modelli Maybach, anche se sospettiamo che questo annuncio inflazionerà con decisione l’immagine del marchio.

Resuscitata nel corso dell’anno 2002 – da Mercedes, da Daimler – per far concorrenza a Bentley e a Rolls-Royce, l’azienda non ha portato i profitti sperati nelle casse della società tedesca: la chiusura di Maybach era già stata ipotizzata dai manager durante l’estate, manager che si erano dati la possibilità di vagliare scelte alternative (come, ad esempio, un accordo con Aston Martin).

Niente da fare: calerà il sipario (ancora) su Maybach e sulle sue vetture lussuose, raffinate, eleganti, ricercate, pregiate. Per non abbandonare, tuttavia, il bacino d’utenza (ristretto), Mercedes ha deciso di proporre la nuova generazione di Mercedes Classe S (la quinta) con tre differenti passi: uno, il più ampio, sarà destinato ad una speciale S600 Pullman, versione extra-lusso dell’ammiraglia di segmento F Premium della Stella a Tre Punte. Lo possiamo considerare – non a torto – l’ultimo saluto alle gloriose limousine di Maybach.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati