McLaren Production Centre, video del nuovo cuore produttivo di Woking

McLaren Production Centre, video del nuovo cuore produttivo di Woking

McLaren Production Centre, video del nuovo cuore produttivo di Woking

La casa automobilistica britannica McLaren ha rilasciato un video ufficiale che immortala il nuovo Production Centre di Woking, cioè il nuovo impianto di assemblaggio delle vetture dell’azienda britannica che la maison ha inaugurato, alla presenza del Primo Ministro inglese David Cameron, alcuni giorni fa (17 novembre scorso). Si tratta di un affascinante sito di produzione, che sfata il mito della catena di montaggio asettica e spersonalizzante di Charlie Chaplin: in questo punto del pianeta, a Woking (città nel sud dell’Inghilterra, abitata da poco meno di 63mila persone, tra cui Ron Dennis, Chairman della società McLaren Group), in uno spazio di circa 20mila metri cubi, vengono realizzati tutti gli esemplari di una delle più affascinanti fastback esistenti attualmente sul mercato, la nuova MP4-12C.

Qui saranno costruite anche tutte le unità della nuova McLaren MP4-12C Spyder, la nuova roadster sportiva che i tecnici della casa automobilistica stanno mettendo a punto e che sarà su strada (pare) a cavallo tra l’anno venturo e quello successivo. Sempre qui, in questo punto del quartier generale, accanto al McLaren Technologies Centre aperto nel corso dell’anno 2004, sarà costruita anche la nuova McLaren MP4-27C, ammiraglia dell’azienda ed erede di McLaren F1 che è già stata promessa ed ufficialmente confermata dal brand inglese e che nascerà in un punto del futuro ancora non chiaro.

La casa automobilistica riconferma, con questo nuovo polo produttivo, la sua sfida alle aziende più note nel segmento dei veicoli sportivi, prima fra tutte Ferrari.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati