Smog oltre il limite consentito, blocco del traffico a Milano

Smog oltre il limite consentito, blocco del traffico a Milano

La città lombarda si ferma per abbassare i livelli di Pm10

A Milano non possono circolare le vetture Euro 0 benzina, Euro 0 diesel, Euro 1 diesel e Euro 2 diesel, perché le concentrazioni di Pm10 nel capoluogo lombardo superano la soglia consentita pari a 50 microgrammi per metro cubo
Smog oltre il limite consentito, blocco del traffico a Milano

Scattano le misure antinquinamento a Milano: da ieri i veicoli Euro 0 diesel, Euro 0 benzina, Euro 1 diesel ed Euro 2 diesel, cioè quelli considerati più inquinanti, non potranno circolare nelle strade del capoluogo lombardo. A far attivare l’ordinanza del Comune di Milano sono i valori di Pm10 registrati nell’aria della città: per sette giorni consecutivi la quantità di Pm10 registrata ha superato la soglia consentita, pari a 50 microgrammi per metro cubo.

Questa restrizione, che mira – ovviamente – alla riduzione dell’inquinamento nell’aria milanese, non sarà sospesa tanto facilmente: i veicoli segnalati potranno tornare a circolare a Milano solo quando, per tre giorni consecutivi, il valore di Pm10 registrato nel capoluogo lombardo sarà più basso della soglia consentita (la ricordiamo: 50 mg/mc). Un obiettivo non facile, dato che lo scorso martedì (il settimo e ultimo dei giorni che hanno causato l’attivazione delle misure) sono stati registrati valori molto alti dalle centraline Arpa preposte a questo servizio: a Città Studi la concentrazione era pari a 114 mg/mc (oltre il 100% in più), al Verziere a 88 mg/mc e in via Senato a 91 mg/mc.

La limitazione potrebbe colpire anche i fuochi d’artificio pronti per i festeggiamenti di questa notte: l’ordinanza infatti vieta giochi pirici e pirotecnici, fumogeni, petardi, fuochi d’artificio ed ogni strumento che sia in grado di emettere fumo e gas visibile. La pena? Un’ammenda pari a 500 euro.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati