Liberalizzazioni, il governo approva il decreto dopo otto ore di riunione

Benzinai e assicurazioni le categorie interessate del mondo dell'auto

Una riunione lunghissima, che però alla fine ha portato all'approvazione del ddl sulle liberalizzazioni, che porterà novità in merito alla gestione dei distributori di benzina e cambierà il mercato concorrenziale per le assicurazioni
Liberalizzazioni, il governo approva il decreto dopo otto ore di riunione

Adesso è ufficiale. Il decreto sulle liberalizzazioni non è più una bozza, ma entrerà in vigore formalmente. Il governo ha approvato le riforme dopo ben otto ore di riunione, che si sono concluse con una generale approvazione delle varie modifiche proposte. Nel settore auto sicuramente ci sarà rischio di polemiche e strascichi, come presumibilmente anche negli altri settori.

In linea di massima è stato approvato ciò che già sapevamo. Per quanto riguarda il settore RC Auto, le compagnie di assicurazione saranno sempre tenute al momento della stipulazione della polizza a mostrare i preventivi di almeno altre tre compagnie concorrenti non facenti parte dello stesso gruppo. Una misura che, secondo il governo, dovrebbe incentivare la concorrenza e portare verso il basso i prezzi delle stesse polizze. Confermata la possibilità di ottenere sconti se viene installata la famosa “scatola nera”. Sarà inoltre inaugurata la novità della sostituzione dei tagliandi cartacei con altri sistemi telematici, così da cercare di contrastare il fenomeno dei ticket falsi.

La tanto temuta mossa della liberalizzazione dei distributori di benzina è stata approvata e probabilmente questo porterà all’annunciato sciopero di dieci giorni della categoria dei benzinai. D’ora in poi i gestori potranno scegliere da quale compagnia comprare la benzina e qualsiasi contratto di esclusività decadrà a partire dal 30 giugno 2012. Dovrebbe essere confermato anche il meccanismo del price cap per le tariffe autostradali, ma solo per le nuove concessioni e non per quelle già in essere.

Nei prossimi giorni sarà possibile essere più precisi sulle nuove norme.

Foto: Flickr

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati