Sciopero mezzi pubblici il 27 gennaio a Milano e a Roma

Sciopero mezzi pubblici il 27 gennaio a Milano e a Roma

Area C e ZTL verranno bloccate per un giorno in entrambe le città

I trasporti pubblici di Milano e Roma si fermeranno, con modalità e orari diversi, durante la giornata di domani. Per non creare eccessivi problemi al traffico, l'Area C e le ZTL romane verranno sospese per un giorno
Sciopero mezzi pubblici il 27 gennaio a Milano e a Roma

È stato proclamato per domani, venerdì 27 gennaio, uno sciopero generale dei trasporti pubblici a Milano e a Roma. Lo sciopero nel capoluogo lombardo inizierà alle 8.45 fino alle 15 e poi riprenderà dalle 18 fino alla fine del servizio. Per fronteggiare questa emergenza, il comune ha deciso di sospendere l’Area C per tutta la giornata di venerdì, durante la quale si potrà entrare in centro con l’auto senza dover pagare nessun ticket. L’Arpa ha comunicato che si è già al quindicesimo giorno di polveri sottili oltre la soglia di tolleranza, soprattutto a causa delle condizioni meteo che, a causa della mancanza di vento e precipitazioni, sta favorendo l’accumulo delle sostanze nocive volatili. Questo continuerà almeno fino a venerdì, per poi sbloccarsi nel corso del weekend. Lunedì l’Area C tornerà nuovamente attiva con le modalità già note e che potete consultare qui.

In questo momento non è ancora possibile prevedere il livello di adesione dei macchinisti e dei tranvieri allo sciopero, ma secondo le prime indiscrezioni un blocco della circolazione su tutte le tre linee della metropolitana è una possibilità tutt’altro che remota, anzi. Occorrerà tenersi informati fino all’ultimo minuto, eventualmente prestando attenzione ai comunicati presenti sul sito ufficiale dell’ATM o semplicemente tentando la fortuna alla stazione.

Anche a Roma la situazione è molto tesa ed è stato confermato lo sciopero dei mezzi pubblici di domani. A partire dalle 8.30 del mattino le associazioni sindacali non garantiranno il servizio, anche se le linee dell’Atac continueranno fino alle 9 per permettere ai cittadini di prendere parte alla manifestazione di categoria in piazza della Repubblica fino a San Giovanni e che durerà dalle 9.30 alle 14. Anche l’amministrazione romana a così deciso di aprire per domani le zone ZTL, allo scopo di rendere più fluido il traffico, anche se la presenza della manifestazione potrebbe comunque creare dei disagi. Lo sciopero durerà dalle 8.30 fino alle 17 e poi dalle 20 fino a fine servizio. A rischio anche alcune linee notturne nella notte tra il 26 e il 27 gennaio.

Non solo cattive notizie, però, dalla viabilità milanese. Secondo i dati raccolti dall’Agenzia per la mobilità del Comune il traffico in centro è diminuito del 29,2% rispetto alle prime settimane di gennaio, con più di 35.000 vetture in meno sulle strade all’interno della Cerchia dei Bastioni. Questo avrebbe permesso un aumento della velocità e della puntualità dei mezzi pubblici. ATM, infatti, starebbe anche pensando ad una riorganizzazione degli orari per migliorare la copertura del servizio. Nel frattempo, però, domani tutti fermi. Crudele ironia di questo momento delicato.

Foto: Flickr

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. EMMEBI

    26 Gennaio 2012 at 18:13

    povera Italia, di questo passo non si andrà da nessuna parte. peche non ci annettiamo alla Germania, cosi ci governano loro, qui chi si alza la mattina storto proclama uno sciopero, ma i diritti dei cittadini dove sono???????

  2. angy

    27 Gennaio 2012 at 13:51

    lo sciopero è un DIRITTO di cittadino infatti 🙂

Articoli correlati

Auto

FORUMAutoMotive: a Milano il diesel viene assolto

Un gasolio Euro 6 emette fino al 95% di NOx in meno rispetto ad un Euro 0
È andato in scena a Milano questa mattina il #FORUMAutoMotive, tradizionale appuntamento che ormai diversi anni caratterizza la filiera delle