Volkswagen up!, Skoda Citigo, Seat Mii: le elettriche tra il 2013 ed il 2014

Volkswagen up!, Skoda Citigo, Seat Mii: le elettriche tra il 2013 ed il 2014

Priorità alla piccola tedesca, successivamente le cugine

Il Gruppo Volkswagen sta progettando le versioni elettriche di Skoda Citigo, Volkswagen up! e Seat Mii: saranno dotate (pare) di un motore elettrico da 60 kW circa e saranno capaci di percorrere circa 130 km con una sola carica
Volkswagen up!, Skoda Citigo, Seat Mii: le elettriche tra il 2013 ed il 2014

Il Gruppo Volkswagen ha annunciato che nel corso dei prossimi anni la propria flotta di veicoli ibridi ed elettrici aumenterà in maniera considerevole: tutti i marchi della società di Wolfsburg contribuiranno in maniera più o meno efficace a questo progetto ecologico. Le tre nuove piccole citycar di segmento A – la tedesca Volkswagen up!, la ceca Skoda Citigo e la spagnola Seat Mii – non si tireranno indietro: verranno proposte in versione elettrica. Non si tratta di un miraggio distante anni e generazioni, bensì di una prospettiva molto vicina: secondo alcune indiscrezioni, il Gruppo Volkswagen ha deciso di introdurre le tre utilitarie ecologiche nei rispettivi listini tra il 2013 e l’anno successivo. Per la precisione, la società vuole favorire e privilegiare Volkswagen up!, la cui versione elettrica arriverà durante il prossimo anno. Per Skoda Citigo elettrica e per Skoda Mii elettrica dovremo aspettare sino al 2014.

Mancano, per ora, le indicazioni ufficiali in merito alle tre piccole ecologiche: non sappiamo, con esattezza, quali caratteristiche meccaniche avranno le tre citycar di segmento A. Secondo le indiscrezioni (che ci sono sempre, a nostro supporto), le nuove versioni elettriche di Volkswagen up!, Skoda Citigo e Seat Mii saranno contraddistinte da un piccolo motore elettrico da circa 60 kW di potenza massima e 45 kW di potenza continua e da un kit di batterie agli ioni di litio che garantiranno circa 130 chilometri di autonomia.

Ne riparleremo sicuramente durante i prossimi mesi.

Leggi altri articoli in Ecologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati