Neve sulle strade d’Italia: qualche consiglio per guidare in sicurezza

Neve sulle strade d’Italia: qualche consiglio per guidare in sicurezza

Le nevicate di queste ore richiedono prudenza massima nella guida

La neve è il peggior nemico del guidatore, in quanto rende il fondo stradale molto scivoloso e fa perdere il controllo anche dell'auto più accessoriata. Occorre armarsi di prudenza assoluta e di qualche piccola accortezza
Neve sulle strade d’Italia: qualche consiglio per guidare in sicurezza

In tantissime città d’Italia questa mattina ci si è svegliati sotto una coltre di neve fitta. Non sembra nemmeno di essere in febbraio, anzi. Non fosse per la mancanza di luci, penseremmo di essere sotto Natale. La neve, però, che da bambini attendevamo con ansia e trasporto, può diventare una seccatura non indifferente una volta che si è adulti, soprattutto se si deve guidare. Occorre usare una prudenza massima, anche e soprattutto nelle strade urbane. Inoltre può essere utile seguire alcuni consigli, soprattutto in auto. Le moto e le bici sarebbe meglio lasciarle in casa con un clima simile.

Il primo consiglio che vi possiamo dare è di stare attentissimi all’elettronica, soprattutto se avete un’auto moderna. Non nel senso di affidarvi a lei, anzi, l’esatto opposto. Negli ultimi anni siamo stati quasi convinti che i moderni sistemi di sicurezza possano tirarci fuori da qualsiasi problema. In parte è vero, ma non è consigliabile affidarsi completamente a loro. Quindi, anche se avete un’auto con tutti gli optional meccanici del mondo, non fate mai venire meno la massima attenzione e una prudenza portata all’estremo. State attentissimi durante le frenate, che non solo avranno bisogno di più tempo per portare all’arresto completo della vettura, ma potrebbero farvi pericolosamente perdere il controllo del veicolo. Mai e poi mai costringersi a dover frenare di colpo, piuttosto rallentate. Le distanze di sicurezza, spesso non osservate in condizioni normali, con questo clima andrebbero almeno triplicate. Il ghiaccio e le strade rese più strette dai cumuli di neve spostata rendono la circolazione molto più rischiosa del normale.

Anche in parcheggio, paradossalmente, occorre aumentare l’attenzione. Anche con il sole è sempre meglio parcheggiare in maniera ortodossa, non fosse altro per rispetto della circolazione altrui (se il nostro viaggio fosse ostacolato da un veicolo parcheggiato male ci darebbe fastidio, no?). Con la neve questa regola va rispettata ancora di più, in quanto il fondo scivoloso rende instabili anche le altre auto, che potrebbero non riuscire ad evitare la vostra vettura parcheggiata in caso di cambio improvviso di direzione. Infine, è consigliabile non inserire il freno a mano se vi trovate in perfetta pianura. Il gelo, infatti, potrebbe bloccare i cavi e rendere estremamente difficoltosa la partenza.

Infine, la regola delle regole: pneumatici da neve e catene sempre a disposizione. L’unica vera soluzione per guidare in piena sicurezza.

Foto: BMW

Leggi altri articoli in Guida Sicura

Lascia un commento

3 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Alessandro Secchi

    1 Febbraio 2012 at 12:14

    Consiglio anche marce alte anche a velocità basse per non rischiare il pattinamento in accelerazione.

    Inoltre, molta attenzione alle strade extraurbane meno trafficate, dove magari il sale non è stato sparso. Il fatto di essere da soli incoraggia ad andare con quei 10 km/h in più che possono fregarci.

  2. ANDER

    1 Febbraio 2012 at 13:48

    Ricordiamo anche che visti i rischi e i disagi già presenti, chi o non si sente in grado o non è in grado di farlo in queste condizioni, non è obbligato a guidare…

  3. ANDER

    1 Febbraio 2012 at 14:02

    ah già dimenticavo:

    …”gomme da neve e catene sempre a disposizione”..
    .
    …si, se poi le catene le mettete su subito, senza fare tentativi eroici, per trovarsi poi a montarle in mezzo alla strada sotto la neve e con la macchina intraversata in mezzo che fa stare un’ora in fila quelli che hanno le termiche, (tipo ieri quei geni di tardo pomeriggio sul ponte dell’Euro..), vedrete che prenderete anche meno nomacci..

Articoli correlati