WP_Post Object ( [ID] => 38122 [post_author] => 13 [post_date] => 2012-04-03 14:12:09 [post_date_gmt] => 2012-04-03 12:12:09 [post_content] => Come ieri abbiamo anticipato, il brand della Losanga sta ripensando a sé stesso e alla propria gamma e sta redigendo un programma di crescita e di trasformazione, che potrebbe (nell'ottica dei manager Renault sarebbe più opportuno usare il verbo “dovrebbe”) dare la capacità al marchio di risanarsi e di tornare a generare cospicui profitti. Oggi abbiamo la possibilità di spulciare più approfonditamente nel futuro di Renault, grazie ad alcune indiscrezioni. Fate attenzione, però: non vi assicuriamo che ciò che vi diremo sia l'assoluta verità. Secondo le chiacchiere, Renault ha intenzione di trasformare profondamente il segmento A ed il segmento B del proprio listino. In che modo? La casa automobilistica sta sviluppando la nuova generazione di Renault Twingo, che per abbattere i costi nascerà sulla stessa piattaforma della nuova generazione di Smart ForTwo: pare che, come quest'ultima, sarà dotata di trazione e motore posteriori. Alla piccola compatta francese, proposta soltanto in versione tre porte, sarà affiancata la “nuova Renault 5”, erede della storica citycar della Losanga: anche questo modello sarà sviluppato sul pianale Smart ed anche quest'utilitaria sarà proposta soltanto in versione tre porte, ma sarà più raffinata, spaziosa, curata, originale, personalizzabile, eccentrica di Twingo (una concorrente di Fiat 500, in sostanza). Sopra queste due vetture si posizionerà la nuova Renault Clio, che sarà svelata al Salone di Parigi 2012 del prossimo autunno: l'utilitaria sarà molto più elaborata a livello stilistico dell'attuale e sarà proposta soltanto in versione cinque porte (per non creare un conflitto di interessi con Twingo e 5). Alla nuova Clio saranno affiancati la nuova Renault Zoe, la piccola elettrica cittadina che sarà in vendita dal prossimo inverno e che è stata presentata al Salone di Ginevra 2012, ed un nuovo SUV compatto di segmento B che sarà messo al mondo (come abbiamo anticipato ieri) sulla base di Nissan Juke. [post_title] => Renault, ecco la (probabile) strategia per i segmenti A e B [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => renault-ecco-la-probabile-strategia-per-i-segmenti-a-e-b [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2012-04-03 14:12:09 [post_modified_gmt] => 2012-04-03 12:12:09 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=38122 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Renault, ecco la (probabile) strategia per i segmenti A e B

La gamma si articolerà in cinque utilitarie compatte

Il listino di Renault, nel corso dei prossimi mesi e dei prossimi anni, farà posto alla nuova generazione di Twingo, alla nuova Clio, alla nuova generazione di Renault 5, alla nuova Zoe e ad un SUV di dimensioni contenute
Renault, ecco la (probabile) strategia per i segmenti A e B

Come ieri abbiamo anticipato, il brand della Losanga sta ripensando a sé stesso e alla propria gamma e sta redigendo un programma di crescita e di trasformazione, che potrebbe (nell’ottica dei manager Renault sarebbe più opportuno usare il verbo “dovrebbe”) dare la capacità al marchio di risanarsi e di tornare a generare cospicui profitti. Oggi abbiamo la possibilità di spulciare più approfonditamente nel futuro di Renault, grazie ad alcune indiscrezioni. Fate attenzione, però: non vi assicuriamo che ciò che vi diremo sia l’assoluta verità.

Secondo le chiacchiere, Renault ha intenzione di trasformare profondamente il segmento A ed il segmento B del proprio listino. In che modo? La casa automobilistica sta sviluppando la nuova generazione di Renault Twingo, che per abbattere i costi nascerà sulla stessa piattaforma della nuova generazione di Smart ForTwo: pare che, come quest’ultima, sarà dotata di trazione e motore posteriori. Alla piccola compatta francese, proposta soltanto in versione tre porte, sarà affiancata la “nuova Renault 5”, erede della storica citycar della Losanga: anche questo modello sarà sviluppato sul pianale Smart ed anche quest’utilitaria sarà proposta soltanto in versione tre porte, ma sarà più raffinata, spaziosa, curata, originale, personalizzabile, eccentrica di Twingo (una concorrente di Fiat 500, in sostanza).

Sopra queste due vetture si posizionerà la nuova Renault Clio, che sarà svelata al Salone di Parigi 2012 del prossimo autunno: l’utilitaria sarà molto più elaborata a livello stilistico dell’attuale e sarà proposta soltanto in versione cinque porte (per non creare un conflitto di interessi con Twingo e 5). Alla nuova Clio saranno affiancati la nuova Renault Zoe, la piccola elettrica cittadina che sarà in vendita dal prossimo inverno e che è stata presentata al Salone di Ginevra 2012, ed un nuovo SUV compatto di segmento B che sarà messo al mondo (come abbiamo anticipato ieri) sulla base di Nissan Juke.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati