Toyota, nuova strategia per il contenimento dei costi

In arrivo piattaforme modulari per tutta la gamma

Il Gruppo Toyota deve recuperare la leadership mondiale per numero di vendite, persa durante quest'anno: la società ha previsto di migliorare stile e handling delle proprie vetture, di ridefinire la funzione e la responsabilità dei chief engineer e di contenere i costi
Toyota, nuova strategia per il contenimento dei costi

Per il Gruppo Toyota è arrivato il momento di attuare una strategia di contenimento dei costi, che nel corso dei prossimi anni potrebbe trasformare, a livello meccanico, tutta la gamma: secondo le indicazioni, la società giapponese, che di recente ha perso la leadership in termini di vendite a livello globale, superata dal Gruppo Volkswagen e da General Motors, ha preparato un programma che le consentirà di ridurre le spese e di diminuire il tempo di progettazione e produzione delle proprie automobili. Questo progetto prende la scia di un altro, precedente, che prevede di migliorare la flotta di vetture a livello di design e a livello di handling.

Il costruttore nipponico ha deciso quindi di mettere al mondo nuove piattaforme “globali”, che per la loro flessibilità e modularità potranno essere adattate a tutte le vetture dell’azienda: tutte avranno baricentro molto basso ed altre caratteristiche che permetteranno di migliorare il comportamento su strada e quindi di creare vetture migliori dal punto di vista emozionale (a questo contribuirà anche l’annunciato cambiamento del linguaggio estetico della gamma Toyota e il cambiamento stilistico che sta investendo la gamma Lexus).

Grazie a queste piattaforme globali sarà possibile lo sviluppo di molteplici vetture contemporaneamente anche in parti diverse del pianeta, migliorando i tempi di concepimento. Sono tre le architetture che arriveranno inizialmente, tutte dotate di trazione anteriore (dovrebbero coprire, secondo le stime, circa la metà dei veicoli prodotti dal Gruppo Toyota); altre saranno messe a punto in seguito.

Inoltre, la società asiatica ha deciso di rivedere la distribuzione e le funzioni dei chief engineer in tutto il mondo, per rendere più efficace la strategia sopra descritta: il Gruppo Toyota ridurrà il numero di manager e darà maggiore autorità agli ingegneri responsabili delle varie fasi dei progetti.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati