Mercedes Classe G restyling 2012, nuove informazioni ufficiali

Immagini in alta risoluzione del fuoristrada

Per Mercedes Classe G, in vendita dal 1979, è arrivato il momento di cedere a qualche vizio di modernità: ecco allora arrivare LED, sistema di infotainment di ultima generazione, sistemi di sicurezza tra i più evoluti

Come promesso, torniamo ad occuparci della nuova Mercedes Classe G restyling, il possente fuoristrada che viene commercializzato dal 1979 (cioè da 33 anni!), che il brand della Stella a Tre Punte ha ritoccato superficialmente e che sarà svelato in occasione del Salone di Pechino/Beijing 2012, tra il 27 aprile ed il 2 maggio. Lo facciamo raccontandovi nuove informazioni ufficiali e mostrandovi nuove fotografie della vettura (finalmente in una risoluzione adatta ad un esame attento ed approfondito).

La nuova Mercedes G restyling, come abbiamo già spiegato in alcune occasioni precedenti, è riconoscibile soltanto per alcuni dettagli molto brevi, molto sottili, molto contenuti: sono inediti le luci diurne a LED, la fascia paraurti anteriore, alcuni cerchi in lega (fino ad un massimo di 20 pollici), le calotte degli specchi retrovisori con nuovi indicatori di direzione, il pannello strumentazione interno, la plancia, la consolle centrale, alcuni comandi. La nuova Classe G 2012 è anche più moderna e tecnologica: sono ora disponibili alcuni sistemi di sicurezza davvero evoluti, come il DISTRONIC PLUS, il Blind Spot Assist, il PARKTRONIC, l’ESP che può gestire anche le situazioni di traino e che è stato implementato con la funzione HOLD, ma anche un sistema di infotainment di nuova generazione, battezzato COMAND, con connettività internet e lettore DVD.

La nuova Mercedes Classe G restyling sarà proposta con un propulsore diesel e con due propulsori benzina. Il primo è il noto 3,0 litri V6 diesel che equipaggia la versione G350 BlueTEC e che sprigiona 211 cavalli a 3.400 giri/minuto e 540 Nm di coppia massima tra 1.600 giri/minuto e 2.400 giri/minuto, con valori di consumo pari a 11,2 litri di carburante per cento chilometri e di emissioni pari a 295 grammi di anidride carbonica per chilometro. A questo segue un corposo 5,5 litri V8 benzina, declinato in due differenti livelli di potenza: sotto il cofano di G500 e di G500 Cabriolet batte una variante in grado di esprimere 388 cavalli a 6.000 giri/minuto e 530 Nm di coppia massima tra 2.800 giri/minuto e 4.800 giri/minuto, con valori di consumo pari a 14,9 litri di carburante per cento chilometri e di emissioni pari a 348 grammi di anidride carbonica per chilometro, mentre sotto il cofano di G63 AMG batte una coniugazione biturbo capace di produrre 544 cavalli a 5.500 giri/minuto e 760 Nm di coppia massima tra 2.000 giri/minuto e 5.000 giri/minuto, con valori di consumo pari a 13,8 litri di carburante per cento chilometri e di emissioni pari a 322 grammi di anidride carbonica per chilometro. Chiude la gamma il poderoso 6,0 litri V12 benzina biturbo di Mercedes G65 AMG, che riesce a sfornare 612 cavalli tra 4.300 giri/minuto e 5.600 giri/minuto e 1.000 Nm di coppia (!) tra 2.300 giri/minuto e 4.300 giri/minuto, con valori di consumo pari a 17 litri di carburante per cento chilometri e di emissioni pari a 397 grammi di anidride carbonica per chilometro. Ciascuna di queste versioni viene equipaggiata di serie con un sistema di trazione integrale (of course) con tre differenziali e con la trasmissione automatica sequenziale a sette marce.

Sarà in vendita dall’estate. I prezzi? La nuova Mercedes Classe G restyling costerà, in Italia, da 88.005 euro (G350 BlueTEC) a 269.880 euro (G65 AMG), passando tra i 102.888 euro di G500, i 103.856 euro di G500 Cabrio e i 141.015 euro di G63 AMG.

Siamo stati molto seri durante tutta questa descrizione: si tratta di una vettura dalla coerenza granitica, con cui si può scherzare davvero poco. Ora aspettiamo di vedere la versione G63 AMG e la versione G65 AMG.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati