Chevrolet Volt disponibile nei concessionari italiani

Chevrolet Volt disponibile nei concessionari italiani

Centinaia di km di autonomia elettrica a bassissime emissioni

La Chevrolet Volt, parente stretta della Opel Ampera, è ora disponibile anche nei concessionari italiani del marchio al prezzo di 43.350 € e offre l'innovativo sistema di autonomia aumentata chiamato Voltec
Chevrolet Volt disponibile nei concessionari italiani

Non sarà più esattamente di primo pelo, ma per noi italiani è una prima assoluta. Finalmente è disponibile anche sul nostro mercato la Chevrolet Volt, l’auto ibrida sportiva ad autonomia aumentata che dal dicembre del 2010 sta facendo furore sulle strade degli States. Non si tratta certamente di un veicolo a buon mercato, soprattutto alla luce del prezzo di 43.350 € chiavi in mano richiesti dai concessionari Chevy di Roma, Torino, Milano, Padova e Napoli, ma non dimentichiamoci che si tratta di una vettura davvero particolare. Nonostante la somiglianza con la Opel Ampera (non a caso entrambe hanno vinto a Ginevra il premio di Auto dell’Anno 2012) la Volt si propone come un veicolo dal grande fascino e con delle caratteristiche tecniche certamente da non sottovalutare.

Il motore elettrico della Chevrolet Volt è in grado di produrre una potenza massima di 150 Cv e una coppia, subito disponibile vista la sua natura, di 370 Nm. Dimenticatevi subito tutti i preconcetti che potreste aver avuto nei confronti dei veicoli elettrici: la Volt può essere benissimo utilizzata per circolare ovunque, grazie alla sua velocità di punta di 161 km/h. L’accelerazione è degna di una sportiva di alto livello, potendo passare da 0 a 100 km/h nel giro di appena 9 secondi. L’autonomia totale, invece, oscilla tra i 40 e gli 80 km con una ricarica (della durata di 6 ore).

Per chi non lo sapesse, la Volt è un’auto ibrida atipica. Nasce quasi principalmente come veicolo elettrico, dotato del sopra citato motore da 150 Cv, di un motorino ausiliario da 72 Cv che entra in azione per aiutare il veicolo superati i 100 km/h, e di un generatore alimentato da un propulsore a combustione da 1.400 cc di cilindrata. Questo fa parte del sistema Voltec: il motore a combustione non entra mai in azione sulla trazione del veicolo, bensì viene avviato per ricaricare la batteria ausiliaria in grado di aumentare di centinaia di km (anche fino a 1.000 km) l’autonomia totale del veicolo. Dato che questo motore entra in funzione solo come generatore di elettricità, la Volt è ibrida per “modo di dire”, dato che comunque questo propulsore entra in azione solo di rado e con impatti ambientali inferiori.

Non resta che provarla. Leggermente più aggressiva e sportiva dell’Ampera (anche se la differenza tra le due vetture è davvero sottile), la Chevrolet Volt tenta l’assalto del mercato italiano. Vedremo se il sistema Voltec affascinerà anche i guidatori nostrani.

Leggi altri articoli in Ecologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati