Benzina: accise non aumentano per il sisma, ma ACI conferma sciopero del 6 giugno

Il terremoto non porterà aumenti del prezzo del carburante

Nonostante gli urgenti interventi da effettuare in Emilia-Romagna dopo il sisma di questo weekend, le accise sui carburanti non aumenteranno per finanziarli. L'ACI, però, vuole comunque far sentire la sua voce
Benzina: accise non aumentano per il sisma, ma ACI conferma sciopero del 6 giugno

Il terremoto in Emilia-Romagna non porterà ad un aumento delle accise sul carburante. La paura che era circolata nei giorni scorsi era che la disgrazia del sisma dello scorso weekend potesse influire sul costo della benzina, con lo scopo di raccogliere fondi per aiutare le popolazioni colpite dal disastro. Il premier Mario Monti, però, confermando lo stato di emergenza per le provincie coinvolte, ha anche affermato che le accise sul carburante non aumenteranno. Un sospiro di sollievo per molti automobilisti, memori che sulla tassazione del carburante gravano ancora alcune parti addirittura riservate a disgrazie avvenute decenni fa e ormai ridotte solo a lontani ricordi. Nonostante questa buona notizia, però, l’ACI ha voluto confermare lo sciopero del rifornimento di benzina del 6 giugno.

«La decisione odierna del Governo di non aumentare il carico fiscale sui carburanti con l’inasprimento delle accise va nella giusta direzione – ha dichiarato il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani – e rappresenta un segnale incoraggiante di nuova sensibilità verso le famiglie italiane. Il settore dell’auto non può essere spremuto di più, nonostante l’assoluta necessità di interventi immediati a sostegno della popolazione colpita dal terremoto in Emilia».

«La nostra iniziativa dello sciopero della benzina per il 6 giugno – ha aggiunto Sticchi Damiani – servirà anche a cercare il coinvolgimento positivo di tutta la filiera dell’automotive nella definizione di soluzioni condivise ed efficaci per il contenimento del prezzo dei carburanti». Rimane quindi alta la tensione sul fronte dei carburanti, il cui prezzo continua a rimanere troppo alto secondo le associazioni di settore e, soprattutto, secondo la maggior parte degli automobilisti.

Foto: Giacomo Rizzo via Flickr

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Carburanti

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • dariolin ha detto:

      in quanti saremo ad aderire allo sciopero???
      i potenti mezzi di comunicazione se ne sono stati ben bene zitti!!!probabile che a loro questo non interessi ….

    Articoli correlati