RC Auto, da domani 12 giugno raddoppiano i massimali assicurativi

RC Auto, da domani 12 giugno raddoppiano i massimali assicurativi

Si alzeranno però anche i premi

Tutte le assicurazioni stipulate o rinnovate a partire da domani 12 giugno si vedranno i premi assicurativi minimi raddoppiati: 5 milioni per i danni a persone e 1 milione per i danni a cose. Ovviamente, però, aumenteranno anche i premi
RC Auto, da domani 12 giugno raddoppiano i massimali assicurativi

Grandi novità a partire da domani nel campo delle assicurazioni. È infatti programmata a partire dal 12 giugno la messa in atto del decreto legislativo 198/2007. Si tratta di un decreto incredibilmente importante, in quanto obbligherà tutte le assicurazioni a raddoppiare per legge i massimali assicurativi, ovvero le cifre entro le quali la propria compagnia protegge il guidatore contraente. Si passa così a 5 milioni di euro per i danni alle persone, contro i 2,5 che erano stati fino ad oggi, mentre i danni alle cose saranno protetti con un massimale di 1 milione di euro, contro i 500.000 di prima. Detto così sembrerebbe un’ottima cosa, se non fosse che questo innalzamento non sarà ovviamente fatto gratis. Ci sarà un innalzamento dei premi assicurativi.

Secondo le prime previsioni fatte da esperti di settore, però, questi innalzamenti dei premi non dovrebbero colpire particolarmente i contraenti. Infatti le prime proiezioni sembrerebbero vedere all’orizzonte sì degli aumenti, ma piuttosto contenuti alla fine. C’è anche chi si sbilancia a considerare questa novità come unicamente mirata a proteggere di più i contraenti, per quanto le polemiche presumibilmente non mancheranno.

Questo decreto, comunque, si applicherà solo e unicamente sulle polizze che verranno sottoscritte la prima volta dal 12 giugno in avanti oppure su tutte quelle che saranno rinnovate oltre questa data. Se il rinnovo è stato fatto da poco, almeno per un anno si dovrebbe essere al sicuro dagli eventuali aumenti di premio. Occorre sottolineare, però, che i premi del mercato italiano sono già tra i più cari di tutta Europa e questa novità rischia di essere percepita come un nuovo salasso, piuttosto che come un miglioramento della protezione. Ai guidatori l’ardua sentenza.

Foto: Maritè Toledo via Flickr

Leggi altri articoli in Assicurazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati