Infiniti EX 30d, prova su strada

Lusso e piacere di guida per un gran senso di appagamento

Come cambiano i tempi. Se soltanto un annetto fa, parlandovi dell’Infiniti M, dicevamo che il marchio, da noi in Italia, era ancora poco conosciuto o addirittura “esotico”, adesso, a distanza di così poco tempo, possiamo dirvi che la casa giapponese è riuscita ad affermarsi saldamente nell’immaginario della gente come marchio premium, che produce auto di eccellente qualità, altamente desiderabili, anche in terra nostrana. D’altronde basta farsi un giro per Milano per rendersi conto che, di Infiniti, se ne iniziano a vedere in numero sempre maggiore. Durante la nostra prova della EX, a dimostrazione del sempre crescente interesse per il marchio, ci è anche capitato che un distino signore si avvicinasse per chiederci le nostre opinioni e per poter dare un’occhiata all’interno. L’interesse del signore è più che giustificato, perché, ve lo anticipiamo già da ora, questa EX, secondo noi, ha una gran bella linea, un ottimo motore, si guida davvero bene ed è fatta come si deve.

Design e Interni:

Rating: ★★★★½ 

Forme filanti, eleganti, ma anche aggressive

Che il luxury brand di Nissan produca delle gran belle macchine non lo scopriamo certo ora: la M ha davvero una bella linea, la FX é semplicemente stupenda, e la G coupé ha una classe ed un’eleganza straordinarie. Sarebbe mai potuta venir meno alla regola questa EX? Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Le forme, infatti, come quelle di tutte le altre vetture della casa, sono sinuose, filanti, ma anche terribilmente di classe ed eleganti. Non manca però, una certa sportività, grazie al profilo ed all’andamento della linea del tetto, che potrebbe tranquillamente essere quello di una berlina sportiva, ai bellissimi cerchi in lega da 20”, e ai due grossi terminali di scarico. Il frontale è senza dubbio “importante”, con la grande mascherina cromata e i fari che si allungano sul cofano motore, mentre la coda è resa accattivante dal lunotto spiovente in stile coupé e dai fari sottili e allungati.

Plancia e interni

Pelle e materiali di qualità in abbondanza per un grande senso di appagamento

Salire a bordo dell’EX è un vero e proprio piacere: già, non appena apri la portiera, ti accoglie abbassando il sedile e facendo arretrare il volante, per farti accomodare più agevolmente. Una volta saliti non si può non rimanere conquistati dal bellissimo sedile in pelle, comodo come una poltrona, ma allo stesso tempo non troppo rialzato e sufficientemente contenitivo, al punto giusto da non farti sballottare qua e là nelle curve. Con le moltissime regolazioni elettriche, sia della seduta che del piantone, è un attimo trovare la posizione giusta. Ci è piaciuto molto il volante in pelle, ben sagomato all’altezza delle 9.15, giusto per impugnarlo come si deve quando si affronta un percorso tortuoso. La plancia si presenta molto “importante ”, con il grande schermo touch screen, sotto al quale troviamo, in posizione obliqua, diversi tasti, non troppo visibili, e i comandi della radio, un po’ più un basso. Sulla console centrale nera laccata, come da tradizione, non può mancare il solito elegante orologio analogico di casa Infiniti. Nulla da dire, come d’abitudine, sulla qualità dei materiali adottati e la realizzazione costruttiva: tutto è morbido e piacevole al tatto, gli allineamenti sono perfetti, senza sprofilature, e anche sulle sconnessioni ripetute le plastiche non fanno avvertire neanche un minimo rumorino. Davvero “curiosi” sono i due tastini sul tunnel centrale, proprio dietro quelli dei sedili riscaldati e davanti al comodo bracciolo, che permettono di ribaltare “in automatico” gli schienali dei sedili posteriori: davvero una bella sciccheria.

Abitabilità e bagagliaio

Anche se è la più piccola tra le SUV di casa Infiniti, l’EX misura comunque 465 cm, che non sono certo pochi. Ma, a causa di queste linee così sinuose, in particolare l’abitabilità posteriore non è delle migliori se paragonata alle dimensioni esterne: difficile infatti che tre adulti stiano comodamente sul divano posteriore. Nulla da dire invece sul davanti: i due sedili sono accoglienti come poltrone e la libertà di movimento, in tutte le direzioni, è ragguardevole. Pure il bagagliaio, seppur in assoluto non può dirsi “piccolino”, non è certo particolarmente capiente per una vettura lunga più di 4,50 metri: il volume di carico è di 340 litri.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★½ 

Sembra quasi una berlina sportiva: agile e rapida tra le curve come poche SUV sanno fare

Quando, qualche tempo fa, abbiamo avuto occasione di provare la sorella più grande dell’EX, ovvero la FX, eravamo rimasti totalmente conquistati da come filasse via agile tra le curve, a dispetto delle dimensioni, del peso e del baricentro altro. Qui nell’EX, dato che questi ultimi fattori appena elencati sono “ridotti” rispetto alla sorella maggiore, il risultato è ancora più appagante. L’EX, infatti, se stimolata, risponde sempre con prontezza, senza particolari inerzie. L’assetto è infatti rigido e la gommatura decisamente abbondante offre un grande appoggio e un’ottima trazione. Dunque si entra in curva con una buona rapidità e una buona precisione, grazie anche allo sterzo decisamente pronto nella sua azione e anche piacevolmente diretto e piuttosto “carico”. A causa della grande impronta a terra tende però a copiare un po’ le asperità dell’asfalto. Elevatissimi gli standard di sicurezza: per scomporre quest’EX ci si deve davvero impegnare di brutto. L’impianto frenante, anche durante l’ uso prolungato, non ha mai mostrato cenni di affaticamento, rallentando la vettura sempre con decisione.

Lo scotto da pagare per questa guida così appagante è una risposta un po’ secca delle sospensioni in città, in particolare sulle sconnessioni ravvicinate, dove assetto rigido e spalla ribassata fanno avvertire un po’ la loro presenza. A parte ciò, il livello di comfort è eccellente: il V6 si sente appena e l’unico rumore che filtra nell’abitacolo, in accelerazione, è quello tipico di un motore con tale “nobile” frazionamento (tra l’ altro non sembra neanche un rumore da diesel). In autostrada dunque, l’EX è un vero e proprio “incrociatore”, che macina chilometri e chilometri in gran scioltezza. Quasi scontato dire che, per la vettura, il limite dei 130 km/h risulta restrittivo, dato che, a tale velocità, si procede con un filo di gas e nel totale silenzio. Bisogna dunque fare attenzione, perché basta un minimo di distrazione per ritrovarsi, senza neanche accorgersene, a velocità ben superiori a quelle consentite. Parliamo, infine, del cambio: possiamo dirvi che l’automatico a 7 velocità si sposa alla perfezione con il 3.0 V6, permettendo di sfruttare al meglio le sue qualità. I cambi di marcia sanno essere molto “smooth” quando si procede ad andature regolari, ma anche discretamente veloci, senza però mai essere cattivi, quando si cerca invece un po’ di sprint. Si possono anche selezionare manualmente i rapporti: in tal caso però si avverte la mancanza dei paddle al volante.

Motore e prestazioni

Piuttosto che le ottime prestazioni, ciò che rende il 3.0 V6 così godibile è l’eccellente fruibilità

Che il sei cilindri a V da 238 CV sia davvero un gran bel motore non lo scopriamo di certo ora, dato che ne abbiamo già ampiamente lodato le sue qualità nelle prove precedenti. In questo caso però, in particolar modo rispetto alla FX, il 3.0 ha vita più facile, grazie alle dimensioni e al peso più contenuti, e dunque le sue prestazioni, già brillanti, diventano ancora più convincenti, dato che lo 0-100 viene coperto in meno di 8 secondi (7,9) e la velocità di punta è di 224 km/h. Ma l’aspetto che più conquista di questo propulsore non sono tanto le prestazioni, ma l’eccellente godibilità, in qualsiasi tipo di utilizzo: è perfetto per viaggiare spediti, con un filo di gas e in totale souplesse, con la consapevolezza che basta mettere giù tutto per schizzare in avanti con la progressione di una sportiva, grazie ai 550 Nm di coppia e all’ottimo lavoro del cambio automatico. Ma il V6, pur essendo un turbodiesel, riesce ad essere appagante persino quando si sfrutta fino infondo la meccanica, grazie all’eccellente disponibilità a salire di giri senza diventare ruvido o poco piacevole, anche nelle vicinanze della zona rossa.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★½☆ 

Medie tranquillamente superiori ai 10 lt/100km. Listino elitario

Considerando la cubatura, la massa e la presenza del cambio automatico, era ovvio che con quest’Infiniti EX, con un litro di gasolio, non si potesse fare chissà quanta strada. Ma tuttavia, durante il nostro test, con un po’ di impegno, siamo andati anche oltre quanto era lecito aspettarsi da una vettura con queste caratteristiche: se già i 10km/lt potevano essere considerati un buon traguardo, i 13 km/lt che abbiamo visto indicati sul trip computer, su un tratto di strada statale a scorrimento veloce, sono un ottimo risultato. Certo, nel traffico, con le continue ripartenze, la situazione peggiora e difficilmente si resta sopra i 10 a litro, ma con 80 litri di serbatoio l’autonomia è assicurata. Trattandosi di vetture d’alta gamma, le Infiniti non possono certo essere a buon mercato, e infatti il prezzo di listino di questa EX30d, in allestimento Gt Premium, è di 61.100 €, che sono davvero parecchi soldini. La dotazione di serie però, a differenza di quella di alcune competitor, è davvero completa, dato che non manca veramente nulla: dal navigatore alla telecamera posteriore, ai fari allo xeno adattivi, ai sedili in pelle riscaldati e persino il tettuccio apribile. Volendo si possono risparmiare 10.000 € tondi tondi puntando sulla versione base, con la stessa motorizzazione, ma sarebbe davvero un peccato dover rinunciare alla lunghissima lista di optional, che senza dubbio contribuiscono non poco a rendere la vettura così appagante.

In conclusione

Le aspettative per questa EX erano davvero alte e sono state soddisfatte appieno, grazie all’eccellente senso di appagamento e alla soddisfazione che si prova al volante di questa vettura. Tutto, dalla qualità degli interni al comportamento stradale e alla meccanica, sembra essere pensato per compiacere i fortunati che decideranno di acquistarne una. Certo, costa e non è alla portata di tutti o, se volete, è alla portata di pochi, ma è anche un po’ questo il bello della vettura. L’unico problema? Il prezzo della versione top è parecchio vicino a quello della più grande FX, in allestimento “s”. A quel punto, tra le due, la scelta non è affatto facile.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Qualità costruttiva e grande sensazione di appagamento. Comportamento stradale e meccanica di alto livello.Abitabilità e bagagliaio non eccezionali.

Infiniti EX30d: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★★ 
Ripresa:★★★★★ 
Cambio:★★★★☆ 
Frenata:★★★★☆ 
Sterzo:★★★★½ 
Tenuta di Strada:★★★★½ 
Comfort:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★½ 
Dotazione:★★★★★ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★½ 
Consumi:★★★★☆ 

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati