Caro benzina, finisce la tregua e i prezzi tornano a salire

Caro benzina, finisce la tregua e i prezzi tornano a salire

Aumenti generalizzati sia sulla benzina che sul diesel

Dopo un periodo non abbastanza lungo di ribassi della benzina e del gasolio, i prezzi nei distributori sono tornati a salire. Si prevedono così code ancora più lunghe nei weekend con gli sconti speciali
Caro benzina, finisce la tregua e i prezzi tornano a salire

Sarà che, a parte tutto, gli automobilisti avrebbero solo voglia di spiegazioni. Fatto è che il prezzo della benzina, dopo che nelle ultime settimane eravamo tornati a respirare metaforicamente, sono tornati a salire. Come al solito non rialzi spaventosi, ma ormai in un secchio completamente pieno d’acqua anche un rivolo di vento è in grado di far tracimare il contenuto. Secondo le rilevazioni di Quotidiano Energia, purtroppo, siamo tornati più o meno tutti a pagare leggermente di più il carburante, sempre nella speranza che nei weekend non ci sia troppa coda presso i distributori che applicano i famosi (o famigerati) sconti al litro.

Hanno cominciato Eni e Shell a ritoccare i loro listini, ma anche le altre case concorrenti non si sono fatte attendere. Vediamo un aumento di 1,5 centesimi da Q8 e TotalErg sia su benzina che gasolio, mentre IP e Tamoil si lanciano con addirittura 2 centesimi. Più moderata Esso, che aumenta solamente il diesel di mezzo centesimo. Come detto, però, il punto è che anche aumenti di questo calibro sono destinati a urtare i nervi sempre più scoperti degli italiani. Il prezzo medio nazionale per la benzina è di 1,812 € al litro, con un picco di addirittura 1,897 €. Il diesel viaggia su una media di 1,702 € su massimi di 1,738 €, mentre il GPL è forse l’unico argomento che ci lascia meno amaro in bocca, dato che il picco di 0,812 € sono in leggero ribasso rispetto al passato.

Parlando dei prezzi medi in base ai distributori, la benzina parte da un minino di 1,801 € da Eni fino ai 1,812 € di Tamoil, con i no-logo a 1,699. Il gasolio oscilla dagli 1,692 € di Eni agli 1,702 di Q8 (no-logo a 1,564 €), mentre il GPL registra un nuovo minimo da Eni a 0,752 € e tocca il massimo con gli 0,781 € chiesti da Shell, mentre i no-logo si “accontentano” di 0,754.

Foto: Flickr

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Carburanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati