Fiat-Mazda, il brand giapponese potrebbe produrre a Pomigliano

Fiat-Mazda, il brand giapponese potrebbe produrre a Pomigliano

Manager del marchio in visita allo stabilimento

Per effetto dell'accordo che entro la fine dell'anno dovrebbe legare Mazda ed Alfa Romeo, il brand asiatico potrebbe sbarcare a Pomigliano d'Arco, nell'impianto di Fiat S.p.A., e localizzare qui, in Italia, la produzione di uno dei proprio modelli
Fiat-Mazda, il brand giapponese potrebbe produrre a Pomigliano

Alcune settimane fa Mazda ed Alfa Romeo hanno firmato un memorandum, cioè un primo abbozzo di accordo che potrebbe diventare definitivo entro la fine dell’anno; una partnership ancora tutta da scoprire, dai contorni nebulosi ed imprecisi. Una relazione che – secondo le prime indicazioni – porterà i due brand a realizzare una spyder compatta, da produrre in Giappone in un impianto di Mazda, che potrebbe arrivare nel 2015. Una joint-venture che, però, potrebbe allargarsi e portare ad altre forme di cooperazione. Ad esempio? Il plant-sharing, cioè (letteralmente) il prestito di una o più linee di montaggio per delocalizzare alcune produzioni. Non è fantascienza: secondo alcune chiacchiere, da giorni a Pomigliano d’Arco si aggirano manager della casa automobilistica nipponica, intenti a valutare uno degli stabilimenti più all’avanguardia (a livello tecnologico) in Europa, che proprio in virtù di questa caratteristica potrebbe produrre modelli anche molto diversi tra loro.

Sergio Marchionne, a tal proposito, non ha mai fatto mistero della versatilità di questo stabilimento, dove attualmente si produce soltanto la nuova generazione di Fiat Panda: nell’impianto potrebbero senza grandi sforzi arrivare altri due modelli da costruire con le attuali condizioni, ma non si può escludere che in futuro siano effettuati altri investimenti per allargarne la capacità produttiva (se un partner di Fiat S.p.A. decidesse di localizzare a Pomigliano la produzione di un qualche veicolo). Mazda non è il primo brand interessato ad “affittare” parte dello stabilimento: secondo le chiacchiere, altri marchi l’hanno visitato, nel tentativo di valutarne l’effettiva qualità e di cucire una relazione con la società italiana. Mazda, però, almeno ai nostri occhi, sembra l’azienda con maggiori possibilità di introdurre una propria catena di montaggio a Pomigliano d’Arco, in virtù del rapporto più profondo che lega il brand al Lingotto.

Fiat S.p.A. si sta muovendo per creare collaborazioni a destra e a sinistra, per affrontare in maniera più efficace la crisi che sta piegando il mercato automobilistico europeo. Questa soluzione (il plant sharing) potrebbe essere un sospiro di sollievo per i circa tremila addetti nell’impianto di Pomigliano d’Arco in cassa integrazione e per i circa 2.200 che ci lavorano attivamente.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati