Opel Adam, in futuro potrebbero arrivare altre varianti di carrozzeria

Opel Adam, in futuro potrebbero arrivare altre varianti di carrozzeria

Il brand sta cautamente tastando il terreno

La nuova Opel Adam potrebbe in futuro essere proposta anche in versioni inedite e differenti tra loro: il brand sta valutando se proporre una gamma eterogenea come quella di Fiat 500, MINI e Citroen DS3
Opel Adam, in futuro potrebbero arrivare altre varianti di carrozzeria

Nasce dalla stessa ricetta di Fiat 500, Citroen DS3, MINI (“piccolo è bello”), ma non ha nessun filo diretto con il passato, non ha antenate da ossequiare, non ha una storia da venerare (tolto il nome, che è lo stesso del fondatore dell’azienda tedesca e che dunque dà un pizzico di nobiltà al progetto). Con la sua linea scimmiotta proprio quelle rivali dirette che abbiamo appena citato, qualche parola fa, arricchendosi di qualche spruzzo di originalità. Ha ricevuto un’accoglienza tiepida, la nuova Opel Adam, proprio per questo motivo: per aver cercato di imitare vetture ben più blasonate e con un lungo cordone ombelicale che le tiene ancorate al passato, alla tradizione dei rispettivi marchi. Al costruttore teutonico non importa, tanto che il management sta già pensando ad un modo per ampliare la gamma della citycar compatta di segmento A Premium.

La nuova Opel Adam, secondo quanto raccontato in un’intervista da Duncan Aldred, Presidente di Vauxhall (il brand che commercializza la gamma Opel in Inghilterra), potrebbe essere proposta, in futuro, in altre varianti di carrozzeria, se e solo se il modello riscuoterà sufficiente successo una volta che avrà raggiunto il mercato europeo. L’idea è molto semplice: fare quello che hanno fatto Fiat (500 è stata proposta in numerose declinazioni, ultima solo in ordine di tempo la monovolume 500L), MINI (campionessa di fantasia, ha proposto addirittura un VAN Premium) e Citroen (DS3 sarà molto presto offerta anche in versione cabriolet).

Il manager ha però spiegato che lo sviluppo (con nuove declinazioni) del progetto Adam, dopo il lancio della piccola citycar (che avverrà in occasione del Salone di Parigi 2012), sarà molto cauto. Per prima cosa, è necessario attendere che il veicolo dia i frutti sperati. In secondo luogo, poi, è giocoforza fare grande attenzione ai passi da compiere, per non compromettere la delicata immagine (un po’) Premium del prodotto che il brand generalista del Fulmine è riuscito ad imprimere e ad esprimere.

Qualche informazione su come potrebbe allargarsi la gamma di Opel Adam? Per il momento mancano indicazioni più precise; possiamo però immaginare: una cabriolet?!

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. serg76

    30 Luglio 2012 at 23:54

    nn competerebbe neanche con una smart e troppo somigliante alla 500 di lato e quindi si tratta di una PATETICA COPIA

Articoli correlati