Carburanti, una nuova stangata estiva per gli automobilisti italiani

Il Presidente del Codacons lancia l'allarme

Il pieno ora costa 12 euro in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, anche a causa degli ultimi aumenti voluti dalle compagnie petrolifere. Il Codacons prevede una stangata da circa 400 milioni di euro durante le vacanze per gli automobilisti italiani
Carburanti, una nuova stangata estiva per gli automobilisti italiani

Vi abbiamo raccontato dell’aumento dei prezzi dei carburanti applicato da alcune compagnie petrolifere in questi giorni (altri, a quanto pare, stanno arrivando) e non siamo gli unici ad averlo notato: anche il Codacons ha fatto caso al ritocco al rialzo dei costi di benzina e diesel ed ora, per bocca del Presidente Carlo Rienzi, lancia l’allarme, denunciando un fatto evidente e poco simpatico: “Puntualmente – ha spiegato Rienzi – per l’esodo le compagnie petrolifere riempiono le loro già ricche casse sulla pelle degli italiani: quest’anno 12 euro in più per un pieno”

Gli aumenti dei prezzi dei carburanti avvenuti durante quest’ultima settimana “rappresenteranno un’ecatombe sulle vacanze degli italiani” e frenano il desiderio di spostamento degli automobilisti del Bel Paese, accentuando quanto già fatto dalla crisi economica. Il Presidente sottolinea come “oggi per un pieno occorre sborsare oltre 12 euro in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”. Lamentarsi soltanto non ha alcuna utilità ed ecco perché Il Codacons ha già pronta una soluzione per le compagnie petrolifere: “estendere gli sconti praticati nei weekend anche agli altri giorni della settimana”.

“Una stangata complessiva che sfiora i 400 milioni di euro, a carico degli italiani che hanno scelto l’automobile per raggiungere le località di villeggiatura” calcola il Presidente Rienzi, evidenziando quanto importante sia diventata la voce “carburanti” nel bilancio delle famiglie italiane. “Chiediamo alle società petrolifere di estendere gli sconti praticati nei weekend anche agli altri giorni della settimana – conclude – e soprattutto di portarli anche sulle autostrade, finora escluse dalle promozioni, così da mostrare senso di responsabilità e alleggerire la spesa degli automobilisti durante le vacanze”.

Voi cosa ne pensate?

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Carburanti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati