Fiat 500L, partita la prima nave dal Montenegro

Fiat 500L, partita la prima nave dal Montenegro

Inizia la fase di esportazione di Fiat Serbia

Le stime parlano di dodici treni alla settimana verso il porto montenegrino di Bar, quando lo stabilimento serbo di Kragujevac avrà raggiunto il regime produttivo di 200mila automobili all'anno; da Bar partiranno oltre 15mila vetture assemblate da Fiat Serbia entro la fine dell'anno corrente
Fiat 500L, partita la prima nave dal Montenegro

È partita ieri la prima nave dal Montenegro, diretta verso l’Italia, con a bordo 412 esemplari di Fiat 500L, tutti prodotti nell’impianto serbo di Kragujevac. Con lei sono iniziate ufficialmente le fasi di esportazione delle vetture realizzate da Fiat Serbia nel nuovo impianto della casa automobilistica torinese. Dal porto di Bar, da queste ore, partiranno le navi con i veicoli costruiti a Kragujevac verso l’Italia e verso altri cento Paesi (circa), grazie alla collaborazione con l’armatore Grimaldi.

L’organizzazione delle esportazioni di Fiat Serbia prevede che le vetture prodotte a Kragujevac arrivino in treno dallo stabilimento al porto di Bar, da dove partiranno tutte le imbarcazioni. Secondo le previsioni del management dell’azienda, una seconda nave partirà martedì prossimo, diretta al nostro Paese. Le stime parlano di dodici treni alla settimana verso Bar, quando lo stabilimento di Kragujevac avrà raggiunto il regime produttivo di 200mila automobili all’anno; dal porto montenegrino partiranno oltre 15mila vetture assemblate da Fiat Serbia entro la fine dell’anno corrente.

Per attivare il programma di esportazioni di Fiat Serbia, la società che gestisce il porto di Bar ha investito 650mila euro ed ha favorito la creazione di cinquanta nuovi posti di lavoro. Gli addetti alle operazioni di carico delle vetture Fiat prodotte a Kragujevac (per ora solo la nuova 500L, in futuro anche la nuova 500XL e chissà quale altro modello) hanno seguito corsi di formazione recandosi al porto di Anversa.

Andrija Lompar, Ministro dei Trasporti e della Marina Mercantile del Governo montenegrino, ha espresso la propria soddisfazione per questa nuova attività di export che inizia nel porto di Bar in queste ore ed ha sottolineato che sono state gettate le basi per la creazione di nuovi futuri posti di lavoro, a vantaggio dell’economia del Paese.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati