Volkswagen Golf 7, informazioni ufficiali prima del debutto

Più ampia, efficiente, leggera, spaziosa

La nuova Volkswagen Golf, la settima generazione, viene svelata nei suoi dettagli dal costruttore prima del lancio in anteprima internazionale al Salone di Parigi 2012 e prima del debutto che avverrà a Berlino il 4 settembre
Volkswagen Golf 7, informazioni ufficiali prima del debutto

La nuova generazione di Volkswagen Golf, l’attesissima settima evoluzione della hatchback di segmento C del costruttore di Wolfsburg, sarà mostrata in anteprima internazionale in occasione del Salone di Parigi 2012. Il costruttore, però, ha previsto di darne un assaggio il prossimo 4 settembre, quando verranno svelate le immagini della vettura, ed oggi, con numerose informazioni ufficiali. Siete pronti a conoscere il modo in cui è stata modernizzata una delle vetture più apprezzate in Europa e nel segmento C, dopo oltre 38 anni di permanenza nel mercato ed oltre 29 milioni di unità prodotte?

La nuova Volkswagen Golf 7, che secondo la casa automobilistica sarà il 23% più ecologica della precedente generazione, sarà in vendita dal mese di novembre in Europa. Lunga 4,255 metri, larga 1,799 metri e alta 1,452 metri, la hatchback di segmento C misura 56 millimetri in più in lunghezza, 13 millimetri in più in larghezza e 28 millimetri in meno in altezza. Il passo ora è più lungo di 59 millimetri, mentre gli assali sono più larghi di 8 millimetri (anteriore) e 6 millimetri (posteriore), grazie alla nuova piattaforma modulare MQB a motore anteriore-trasversale e trazione anteriore o integrale che per la prima volta arriva nel listino di Volkswagen, dopo il debutto avvenuto al Salone di Ginevra 2012 con la nuova Audi A3.

Lo sfruttamento di un nuovo pianale e il cambiamento delle dimensioni della nuova Volkswagen Golf 7 ha portato anche ad un incremento della protezione in caso di impatto e ad un aumento dello spazio all’interno dell’abitacolo: la casa automobilistica assicura che la lunghezza della cabina della vettura è aumentata di 14 millimetri sino a 1.750 millimetri, con un complessivo aumento dello spazio per le gambe dei passeggeri posteriori pari a 15 millimetri, e che lo spazio per le spalle dei passeggeri anteriori e posteriori è aumentato rispettivamente di 31 e 30 millimetri. I tecnici hanno anche ricavato spazio aggiuntivo per i gomiti degli occupanti dei sedili anteriori (+22 millimetri) e dei sedili posteriori (+20 millimetri).

L’ergonomia dell’ambiente della nuova Volkswagen Golf 7 è stato ripensata rispetto a quella dello spazio abitativo di Golf 6, l’attuale generazione: il sedile del conducente è stato spostato indietro di 2 centimetri, la posizione della leva della trasmissione è stata abbassata di 2 centimetri, la distanza tra il pedale del freno e quello dell’acceleratore è stato incrementato di 16 millimetri. Il costruttore assicura, senza dati precisi, che anche le possibilità di aggiustamenti e di configurazioni del volante della nuova Golf sono aumentate, a tutto beneficio del comfort. L’adozione del freno di stazionamento elettrico ha inoltre permesso di eliminare la classica leva e di migliorare lo spazio della e nella consolle centrale.

Anche il bagagliaio di Volkswagen Golf 2013 è aumentato: ora è più capiente rispetto a quello dell’attuale Golf di 30 litri, per complessivi 380 litri, grazie ad un aumento della larghezza del piano di carico di 228 millimetri (per complessivi 1.272 millimetri). I tecnici hanno fatto attenzione anche alla soglia di carico, che ora è più bassa di 17 millimetri (si trova a 685 millimetri da terra) e più larga di 47 millimetri (1.023 millimetri totali).

La nuova generazione di Volkswagen Golf pesa sino a 100 chilogrammi in meno rispetto alla generazione che l’ha preceduta, nonostante l’aumento delle dimensioni. La dieta a cui i tecnici hanno sottoposto la vettura comprende, tra i vari elementi, l’uso di una maggiore percentuale di acciaio ad alta resistenza (anche di diverso spessore) per il corpo (-23 kg), l’uso di motori di nuova generazione, più leggeri (ad esempio il nuovo 1,4 litri TSI turbo-benzina battezzato EA211, più leggero di 22 kg rispetto alla versione EA111), l’uso di nuove sospensioni (struttura MacPherson anteriore, struttura multi-link posteriore) con componenti in alluminio (-26 kg), l’uso di equipaggiamento standard più leggero per complessivi 12 chilogrammi risparmiati (ad esempio: sedili -7 kg, cablaggi -3 kg). Tutto ciò ha permesso di limitare il peso della versione base di questa nuova Golf a 1.050 chilogrammi (approssimativamente quanto una Fiat Punto) senza pregiudicare la sicurezza e senza l’adozione intensa di alluminio o di materiali esotici, leggeri, compositi, costosi.

Il capitolo sicurezza è ovviamente ampio: la nuova Volkswagen Golf vuole porsi al vertice del segmento C e non desidera affatto lasciare troppo spazio alla concorrenza. Tra i sistemi che i tecnici hanno sviluppato sottolineiamo la presenza di un dispositivo unico nella gamma del costruttore che attiva e modula automaticamente il freno in una situazione di urto per evitare il più possibile i danni e per ridurre la distanza di frenata. Tra i dispositivi anche un differenziale autobloccante elettronico, un cruise-control adattivo con sistema di frenata automatica al di sotto dei 30 chilometri orari, il Lane Assist, un sistema di controllo dell’affaticamento del pilota, un sistema di monitoraggio del traffico, l’ultima evoluzione del sistema di parcheggio automatico con sensori in grado di esaminare lo spazio intorno alla vettura a 360°, un sistema di illuminazione automatica evoluto.

Il telaio della nuova Volkswagen Golf comprenderà un servosterzo progressivo (la precisione e la morbidezza si adatteranno alla velocità) con cinque diversi profili di funzionamento (Eco, Normal, Sport, Individual e, in combinazione con le sospensioni adattive optional, Comfort).

Ancora mancano indicazioni precise in merito alla gamma di motorizzazioni, ma siamo certi che la nuova generazione di Volkswagen Golf userà le ultime evoluzioni (in termini di potenza ed efficienza) dei propulsori sovralimentati benzina e diesel dello scaffale del Gruppo Volkswagen, abbinati allo Start&Stop, al sistema di recupero dell’energia in frenata, al sistema di disattivazione dei cilindri (per alcuni). I motori della nuova Golf saranno più efficienti anche grazie al miglioramento della trasmissione DSG robotizzata doppia frizione a sette marce (sarà ovviamente disponibile un cambio manuale a sei marce). La nuova Volkswagen Golf 7 sarà proposta con trazione anteriore e trazione integrale 4Motion.

Ultimo elemento di cui il costruttore ci ha parlato è il sistema di infotainment della nuova Volkswagen Golf, che potrà essere abbinato a tre differenti schermi incastonati nella plancia centrale: uno da 5 pollici in bianco e nero, uno da 5,8 pollici a colori ed uno da 8 pollici 3D a colori.

La nuova Volkswagen Golf sarà molto probabilmente la vetrina estetica del costruttore tedesco: anticiperà cioè tutti i cambiamenti stilistici che interesseranno, nel corso dei prossimi anni, il listino di Volkswagen. Non aspettatevi rivoluzioni: sarà razionale, pulita, rigida, ordinata, semplice, concreta. Nel bene e nel male, sarà Golf, in una parola.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati