Renault Kangoo Maxi ZE, due auto elettriche per Papa Benedetto XVI

Renault Kangoo Maxi ZE, due auto elettriche per Papa Benedetto XVI

Il Vaticano diventa un po' più ecologico

Renault ha personalizzato due Kangoo Maxi ZE con i colori del Papa e della Gendarmeria Vaticana e ha poi provveduto a consegnare i due mezzi a emissioni zero direttamente a Sua Santità in persona
Renault Kangoo Maxi ZE, due auto elettriche per Papa Benedetto XVI

Donazioni e testimonial illustri sono spesso stati l’anima del commercio, anche nel mondo delle auto. Renault ne ha scelto uno davvero notevole, dato che nella giornata di ieri Carlos Ghosn, presidente del Gruppo Renault, ha consegnato ben due Renault Kangoo Maxi ZE a Papa Benedetto XVI. La consegna è avvenuta presso la villa pontificia di Castel Gandolfo, dove il Santo Padre e i suoi predecessori sono soliti passare la stagione estiva. Naturalmente entrambi i modelli sono stati personalizzati per le esigenze dirette del Papa.

Il primo Kangoo Maxi è stato ovviamente realizzato in bianco, caricato con lo stemma pontificio di Benedetto XVI. Idealmente vorrebbe quasi essere una versione ecologico della nota “Papamobile”, anche se l’uso che ne verrà fatto sarà ancora da vedere. Il modello è dotato di un motore elettrico da 44 kW, pari a circa 60 CV di un normale motore a combustione. È collegato ad una batteria agli ioni di litio, in grado di mantenere il Kangoo operativo per circa 170 km.

Il secondo Kangoo è stato invece colorato in blu con una banda bianca e gialla lungo la fiancata. Questo, infatti, è invece destinato alla Gendarmeria Vaticana, i servizi di sicurezza del Santo Padre. I finestrini e la carrozzeria di entrambi i veicoli sono stati modificati per rendere il mezzo agevole per i tradizionali impegni che attendono il Papa, prevedendo così tetto apribile e vetri laterali posteriori amovibili per un’ampia superficie aperta, porte laterali posteriori a battente e pedane elettriche a scomparsa per un accesso a bordo agevole.

«Con questo dono a Sua Santità, Renault rinnova il proprio forte e continuo impegno per uno sviluppo sostenibile e rispettoso del nostro ambiente,» ha dichiarato a margine Carlos Ghosn.

Leggi altri articoli in Ecologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati