MINI Paceman, tutte le foto e le informazioni ufficiali

Un po' SUV, un po' coupé

La nuova scommessa di MINI si chiama Paceman e prende in prestito la carrozzeria muscolosa di Countryman ed alcuni dettagli disinibiti di MINI Coupé, mescolandoli insieme. Avrà successo? Lo dirà il mercato, dalla prossima primavera. Il debutto avverrà al Salone di Parigi 2012

Si chiama Paceman ed è l’ennesima scommessa di MINI: un SUV compatto, Premium, originale, vanitoso e dotato di tre portiere soltanto. Da quando arriverà sul mercato, nel corso della prossima primavera, dopo il lancio ufficiale che avverrà in occasione del Salone di Parigi 2012, la nuova MINI Paceman inaugurerà un nuovo segmento e non avrà rivali dirette: un coraggioso esperimento di MINI, che vuole valutare se esista un bacino d’utenza in grado di premiare l’ardore di questa automobile. Volete conoscerne tutte le caratteristiche?

La nuova MINI Paceman – rimasta pressoché immutata rispetto alla concept car omonima che l’anticipò in occasione del Salone di Detroit 2011 – è un SUV-coupé lungo 4.109 millimetri (4.115 millimetri nel caso delle versioni Cooper S e Cooper SD), cioè 24 millimetri più corto di MINI Countryman (da cui deriva e con cui condivide piattaforma e meccanica), alto 31 millimetri in meno (circa 153 centimetri quindi), più vicino a terra di 10 millimetri e largo uguale.

Per realizzare la nuova MINI Paceman i tecnici non si sono limitati a togliere una portiera per lato, ma hanno rivisto il profilo laterale, la forma di tetto e superficie vetrata, l’andamento dei montanti posteriori, la linea di portellone e lunotto posteriori, il design della fascia paraurti posteriore e dei gruppi ottici sistemati poco sopra. Tutti gli interventi hanno dato all’automobile una forte muscolatura, chiarendo al pubblico e al mercato che non si tratta di una timida scommessa, ma di un esperimento forte, impavido, aggressivo.

La nuova MINI Paceman mette a disposizione uno spazio ridotto rispetto a quello di MINI Countryman: all’interno del nuovo SUV-coupé britannico possono essere accolte sino a quattro persone e possono essere stivati 330 litri di bagagli (che diventano 1.080 litri se si abbatte la seconda fila di sedili). Meno luce ed una minore versatilità rendono lo spazio abitativo più grintoso e vivace ma forse poco adatto a piloti e passeggeri claustrofobici.

La gamma di motorizzazioni della nuova MINI Paceman, al momento del lancio, sarà composta dal motore 1,6 litri turbo-benzina da 122 cavalli (versione Cooper), in grado di spingere la vettura a cento chilometri orari da ferma in 10,4 secondi, di viaggiare per cento chilometri con 6 litri di carburante e di emettere 140 grammi di anidride carbonica per chilometro, dal motore 1,6 litri turbo-benzina da 184 cavalli (versione Cooper S), in grado di spingere la vettura a cento chilometri orari da ferma in 7,5 secondi, di viaggiare per cento chilometri con 6,1 litri di carburante e di emettere 143 grammi di anidride carbonica per chilometro, dal motore 1,6 litri turbo-diesel da 112 cavalli (versione Cooper D), in grado di spingere la vettura a cento chilometri orari da ferma in 10,8 secondi, di viaggiare per cento chilometri con 4,4 litri di carburante e di emettere 115 grammi di anidride carbonica per chilometro, e dal motore 2,0 litri turbo-diesel da 143 cavalli (versione Cooper SD), in grado di spingere la vettura a cento chilometri orari da ferma in 9,2 secondi, di viaggiare per cento chilometri con 4,6 litri di carburante e di emettere 122 grammi di anidride carbonica per chilometro. La trazione integrale ALL4 sarà disponibile di serie per la versione Cooper S, mentre le altre tre versioni potranno esserne equipaggiate a richiesta. Nella gamma saranno offerte trasmissioni manuale a sei marce (di serie per tutte) e automatica sequenziale a sei marce (optional a circa 1.700 euro).

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati