Salone di Parigi 2012: nuova Toyota Auris, moderna ed efficiente

Design rinnovato e nuovi motori più puliti

La Toyota Auris si presenta a Parigi rifacendosi il trucco e presentando una gamma di motori piuttosto interessante, tra i quali si conferma la sempre apprezzata versione ibrida

Anche la Toyota Auris si presenterà a Parigi con un nuovo modello più moderno ed efficiente, puntando a fidelizzare ancora di più chi ha già apprezzato il brand e catturando l’attenzione di chi è alla ricerca di una vettura compatta che possa essere in grado di contenere costi e consumi. In effetti per il tipo di motori che la casa giapponese ha scelto di associare a questa nuova Auris, il risultato può dirsi più che soddisfacente, per toccare ben altri livelli con la già confermata versione ibrida.

La Toyota Auris Hybrid è stata introdotta nel 2010 è già è divenuta una delle vetture più apprezzate del brand. In questa sua nuova incarnazione si ritroverà il motore da 1.8 litri VVT-i associato ad un più piccolo propulsore elettrico che da solo è in grado di generare 60 kW di potenza, pari a circa 80 CV. Uniti, questi due sistemi sono in grado di portare la potenza massima a 136 CV, rendendo così l’Auris in grado di viaggiare a 180 km/h e di passare da 0 a 100 nel giro di 10,9 secondi. Con la sola mobilità elettrica si possono percorrere fino a 2 km ad una velocità di 50 km/h ad emissioni zero. Non moltissimo, ma se considerate gli 89 g/km prodotti con l’utilizzo del sistema ibrido, allora la Toyota Auris Hybrid giustifica la sua fama.

Parlando però unicamente dei motori a combustione, Toyota ha dotato la nuova Auris di quattro propulsori, due a benzina e due a gasolio. I primi partono da un modello entry level da 1.3 litri con 99 CV di potenza e una coppia di 128 Nm. Questo sistema consente di vantare emissioni e consumi di buon livello, con un valore di 5,4 litri ogni 100 km e 125 g/km di CO2. Salendo leggermente di livello troviamo un 1.600 con 132 CV di potenza e 160 Nm di coppia. Naturalmente saliamo un po’ per consumi ed emissioni, ma i suoi 5,9 litri di consumo ogni 100 km e i suoi 138 g/km di CO2 sono un buon risultato per la categoria a cui fa riferimento. Chiudiamo con i diesel, che partono da un 1.400 da 90 CV e 205 Nm di coppia in grado di percorrere 100 km di strada con 4,2 litri di gasolio, inquinando solo per 109 g/km, mentre il 2.000 D-4D presenta un consumo di 4,3 litri e un impatto ambientale di 112 g/km di CO2, a fronte di una potenza di 124 CV.

Nel senso più estetico, la Toyota Auris si presenta con un look più aggressivo e moderno. La griglia è stata ripensata, così come i fari e le luci diurne. Sulla parte posteriore troviamo altri gruppi ottici rinnovati, un nuovo paraurti e uno spoiler. Il tutto è completato da cerchi in lega in misure comprese tra i 15 e i 17 pollici. L’abitacolo non è stato particolarmente rinnovato, anche se Toyota ha ugualmente inserito una serie di aggiunte estetiche (anche luminose) per arricchire l’impatto visivo della zona abitativa.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati