Salone di Parigi 2012 LIVE: Subaru BRZ

La Boxer Rear Zenith presente a Parigi

Tutte le specifiche riguardanti la nuova sportiva giapponese sono state rilasciate in occasione del Salone di Parigi 2012. La BRZ si è presentata di bianco vestita con alcuni dettagli in contrasto

La Casa dalle Pleiadi ha effettuato lo spostamento fino a Parigi per presentare ufficialmente la nuova BRZ, la sportiva due porte con trazione posteriore. Una grande novità che si distingue dalla più potente Impreza STi.

La nuova BRZ è frutto della collborazione tra Subaru e Toyota, la quale ha presentato anche la sua versione GT86, che viene venduta in America sotto il nome di Scion FR-S. Molti appassionati si sono chiesti come mai lanciare una piccola sportiva quando c’è già la Impreza. I motivi sono due: in primis i tempi che corrono non sono per niente floridi quindi ci voleva un’auto che fosse e sportiva e conveniente da un punto di vista economico. Questa lo è considerando il suo prezzo da 29.900€. Il secondo motivo per cui Subaru e Toyota hanno optato per una sportivetta è il semplice fatto di tornare alle origini con un’auto di dimensioni ridotte con un motore, relativamente, piccolo.

La Subaru BRZ è infatti mossa da un quattro cilindri boxer 2.0i SE litri da 200 cv con trasmissione manuale a sei marce (idem per la Toyota GT86). E’ inoltre dotata di cerchi in lega da 17″, un differenziale a slittamento limitato, ESP, climatizzatore bizona, specchietti ripiegabili elettronicamente, cruise control, volante in pelle, e sei altoparlanti con connessione iPod.

Tra gli optional è disponibile il cambio automatico a sei rapporti con paddle al volante, sistema di navigazione, sedili in pelle riscaldabili, verniciature fuori gamma. Ogni BRZ è dotata del servizio Subaru ETCo (Everthing Take Care of) che offre ai proprietari, vittime di piccoli danni all’auto (come ad esempio graffi e pneumatici), una riparazione gratuita.

E’ molto probabile l’introduzione di un nuovo modello più radicale nel corso dell’anno prossimo. Stando alle prime indiscrezioni si tratterebbe della variante STi.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati