Toyota e Lexus: parola d’ordine “ibrido”

Motori elettrici ancora protagonisti a Parigi 2012

Toyota è stata una delle case pioniere nel campo delle vetture ibride. Al Salone di Parigi 2012 questa tendenza è stata ulteriormente confermata dal lancio della nuova Auris ibrida e dalla concept car Lexus LF-CC

Non è necessario essere dei super esperti di auto per conoscere la passione che Toyota, e quindi di riflesso Lexus, prova per la tecnologia ibrida. La casa giapponese è partita da anni con la sua Prius, per poi declinare questo sistema di efficienza meccanica in altri modelli, come ad esempio la nuova Toyota Auris, presente in varie versioni proprio al Mondial de l’Automobile di Parigi.

Una delle più interessanti, che scopriamo in compagnia dell’ad di Toyota Italia Massimo Gargano, è senza dubbio l’Auris Hybrid Touring Sport, che a Parigi 2012 ha debuttato ufficialmente davanti al grande pubblico. Un design dinamico ed un sistema di propulsione full hybrid sono le caratteristiche principali di questa nuova giapponesina, che rispetto all’originale guadagna decisamente in termini di spazio e confort, tutto seguendo la filosofia del linguaggio di stile Under Priority. Stile e capacità per un veicolo che più di molti altri è stato capace di portare la tecnologia ibrida nella vita di tutti i giorni.

L’offerta Toyota, però, non si è fermata solamente all’Auris. Allo stand vicino abbiamo trovato anche la compatta coupé Lexus LF-CC, una vettura per il segmento D dall’aspetto incredibilmente distintivo e dalle dotazioni di altissimo profilo, come si addice al marchio di lusso di Toyota. Derivata direttamente dal linguaggio stilistico L-finesse, questa LF-CC potrebbe presto trasformarsi in un’auto adatta per la vendita su larga scala, anche se per il momento è presto per parlarne. Senza alcun dubbio, però, il suo stile e il suo impatto finiranno per influenzare la futura produzione giapponese per molto tempo ancora.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati