Caro benzina, possibile sciopero a dicembre

Caro benzina, possibile sciopero a dicembre

Mercoledì 21 novembre riunione delle associazioni di settore

Il prezzo della benzina continua a salire e i benzinai tornano sul piede di guerra, annunciando una riunione straordinaria per mercoledì prossimo e prevedendo la possibilità di uno sciopero per dicembre
Caro benzina, possibile sciopero a dicembre

Era da un po’ che non si parlava della benzina e per molti versi è stato un bene. Purtroppo, però, è giunto il momento di tornare sull’argomento e non certo perché i prezzi si siano abbassati improvvisamente. Dopo un lungo periodo di quiete, durante il quale il costo al litro di benzina e gasolio si è mantenuto su livelli mediamente stabili, nel weekend i listini sono stati nuovamente ritoccati verso l’alto. La principale compagnia ad aver messo mano ai prezzi è stata la Tamoil, ma anche altre compagnie, come la IP, non sono certo state a guardare.

Secondo quanto svelato da Quotidiano Energia, la punta massima dei prezzi in questo momento si assesta intorno agli 1,880 € al litro per la verde, sull’1,792 € al litro per il gasolio e sullo 0,912 € al litro per il GPL. Quest’ultimo è l’unico carburante in controtendenza con la media nazionale, dato che il suo costo si è sensibilmente abbassato. Parlando invece di prezzi medi, per la benzina si devono pagare 1,818 € al litro, per il gasolio si arriva a 1,768 € al litro, mentre per il GPL ci si assesta sullo 0,875 € al litro.

Non sorprende quindi che Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, ovvero tutte le associazioni di categoria, abbiano annunciato una riunione per il prossimo 21 novembre per decidere il da farsi. Starebbe diventando sempre più concreta la possibilità di uno sciopero dei benzinai per dicembre, per protestare contro i prezzi, le accise e in generale la politica delle compagnie petrolifere, le quali starebbero continuando a rosicchiare i margini di guadagno dei distributori.

Foto: Roberto Gimmi via Flickr

Leggi altri articoli in Carburanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati