Pneumatici invernali o catene: interviene l’Assogomma

Pneumatici invernali o catene: interviene l’Assogomma

La decisione del Governo non è ancora definitiva

L'associazione che raggruppa tutti i produttori di pneumatici ci tiene a fare chiarezza sulle notizie diffuse pochi giorni fa relative al divieto di utilizzo delle catene da neve imposto dal Governo. L'emendamento infatti non è stato ancora approvato in via definitiva e si riferisce esclusivamente a situazioni di emergenza
Pneumatici invernali o catene: interviene l’Assogomma

In merito alle notizie diffuse qualche giorno fa sulla decisione del governo di abolire l’utilizzo delle catene da neve e rendere obbligatori i pneumatici invernali Assogomma ci tiene a fare chiarezza. Infatti l’associazione confindustriale che rappresenta tutti i produttori di pneumatici riguardo l’emendamento 8.17 approvato dal Senato della Repubblica il 6 dicembre scorso precisa che non si tratta ancora di un obbligo. Quest’ultimo infatti prescrive che al di fuori dei centri abitati, in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensità, l’utilizzo esclusivo di pneumatici invernali.

Al riguardo Fabio Bertolotti, il direttore di Assogomma, ha dichiarato: ‘La portata dell’emendamento in parola è del tutto limitata ed ha il chiaro obiettivo di favorire la circolazione e la mobilità in situazioni del tutto critiche e per periodi di tempo strettamente limitati. Ci riserveremo un approfondimento ulteriore quando la norma sarà approvata definitivamente, fermo restando che non c’è dubbio che la stessa abbia una finalità di sicurezza stradale in situazioni di emergenza.’ Di conseguenza affermare che il Governo ha intenzione di eleminare le catene è una notizia totalmente falsa.

Inoltre il direttore ha anche aggiunto: ‘Qualora ciò non avvenga, la responsabilità di eventuali disagi sarà addebitata all’Ente inadempiente.’ Quindi se in futuro si avranno dei disagi perchè non è stato impedito l’accesso a chi non ha montato i pneumatici invernali, a pagare i danni saranno direttamente i gestori delle strade.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati