BMW Serie 2 2014, foto spia delle versioni coupé e cabrio

Look più sportivo e motori più potenti

Derivate direttamente dalle omologhe della Serie 1, le BMW Serie 2 cabrio e coupé faranno il loro debutto nel corso del prossimo anno e del 2014, presentando un aspetto e una tecnologica maggiormente orientata verso prestazioni e sport

La BMW Serie 1, almeno nelle sue incarnazioni cabrio e coupé, è destinata ad andare in pensione. Entro la fine del prossimo anno, infatti, vedremo apparire i primi modelli dell’inedita gamma Serie 2, i cui primi indizi li potete vedere direttamente nella galleria che vi proponiamo. Queste due auto sono appunto i primi esemplari della Serie 2 della casa bavarese, che per la prima volta si mostrano durante dei test effettuati direttamente sulle normali strade trafficate. I nostri fotografi sono così riusciti a far loro un bel servizio, così da avere un primo assaggio delle loro caratteristiche.

Essendo entrambe ancora in uno stato di profonda progettazione, è difficile fare valutazioni vere e proprie. BMW ha garantito che questa nuova versione sarà decisamente più sportiva rispetto al passato e da quanto è possibile vedere, la strada è tracciata, ma per ora troppo poco si distingue. Questo a meno che non si voglia parlare solo e unicamente del fronte meccanico: per quanto riguarda la versione coupé, dovrebbe essere confermata una gamma di motori a benzina da 2.000 cc, in grado di sviluppare potenze comprese tra i 150 e i 218 CV, con il turbo che potrebbe anche toccare i 214 CV. A scelta si potrà installare il cambio manuale a sei marce o l’automatico a otto velocità, il tutto con anche l’optional della tecnologia xDrive.

La cabrio, dal canto, suo, dovrebbe godere di un’ampia scelta di motori a quattro cilindri, con caratteristiche simili, se non identiche, a quelle dei propulsori pensati per la versione coupé. Sono ovviamente molto diversi i tempi di lancio, perché se la Serie 2 coupé è attesa per la fine del 2013, la Serie 2 cabrio non dovrebbe vedere le strade prima della primavera del 2014.

Leggi altri articoli in Foto spia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati