Pneumatici invernali: uno studio dimostra che fanno risparmiare

Pneumatici invernali: uno studio dimostra che fanno risparmiare

Si parla di 40 euro in meno

Una recente indagine condotta dal Politecnico di Torino sulle 5 vetture più vendute in Italia nei loro rispettivi segmenti dimostra che l'utilizzo di pneumatici invernali comporta un risparmio in termini di costi di esercizio per l'automobilista. Infatti il cambio di gomme nelle stagioni fredde preserva quelle estive che non si rovinano
Pneumatici invernali: uno studio dimostra che fanno risparmiare

Uno studio effettuato dal Politecnico di Torino sulle cinque vetture più vendute in Italia nei rispettivi segmenti di mercato, ossia la Fiat Panda, la Punto, la Giulietta, la Nissan Qashqai e la Ford C-Max, attesta che i pneumatici invernali rappresentano un risparmio per l’automobilista in termini di costi di esercizio. Per esempio se montiamo pneumatici invernali quelli estivi sono a riposo e quindi non si consumano. E’ chiaro che il doppio treno di gomme comporta dei costi di montaggio/smontaggio ma saranno tutti recuperati grazie a prestazioni di guida più efficienti che permetteranno di ridurre il consumo di carburante.

In particolare, il Politecnico tenendo conto di un periodo d’uso dei veicoli sopra menzionati che va dai quattro agli otto anni prevede un risparmio medio di circa 40 euro. Al riguardo il direttore di Assogomma Fabio Bertolotti, l’associazione che raggruppa tutti i produttori di pneumatici, ha dichiarato: ‘Anche quest’anno l’automobilista dovrà operare una scelta per adempiere alle numerose Ordinanze che regolano la circolazione durante l’inverno. La sicurezza stradale, non va dimenticato, è un bene e un valore prezioso per tutti che può essere migliorata, addirittura riducendo i costi di esercizio della vettura utilizzando pneumatici invernali.’

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

2 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati