BMW i8 Spyder, foto LIVE dal Salone di Detroit 2013

Perde il tetto ma non il fascino

BMW ha portato sul suolo americano anche il suo concept più sportivo in versione cabrio, la i8 Spyder. Le linee somigliano molto al coupé ma il fascino che esercita non può essere più intenso di così

Il Salone di Detroit 2013 è iniziato da poco e già numerosi costruttori hanno svelato i loro pezzi forti: è il caso della Casa di Monaco di Baviera che ha esposto il suo prototipo ibrido travestito da supercar, la nuova BMW i8 Spyder.

La i8 Spyder differisce dalla versione coperta solamente per via della mancanza di tetto. In effetti, la tedesca roadster sarà anch’essa un’auto plug-in hybrid. Nella parte posteriore del veicolo bavarese troviamo un propulsore tre cilindri 1.5 litri a benzina che raggiunge la potenza massima di 400 cv anche grazie ai motori elettrici che lavorano insieme per dare il meglio delle prestazioni.

Mentre l’accelerazione da 0 a 100 km/h è da vera supercar con un tempo stimato sui 4.9 secondi, la velocità massima invece viene limitata elettronicamente a “soli” 250 km/h. Ovviamente, da un’elettrica non si può pretendere una top speed elevatissima considerando che più si corre, più la batteria si scarica. E poiché ci troviamo ancora in fase iniziale, in cui i motori elettrici non dispongono di grandi capacità di percorrenza, è opportuno mantenersi “bassi”.

Secondo le indiscrezioni, il peso a vuoto della BMW i8 Spyder sarà intorno ai 1.500 kg. Guidandola in modalità full elettrica, si possono percorrere 35 km, prima di passare all’alimentazione a benzina. I dati europei sostengono che la tedesca ha un consumo pari a 2.9 l/100 km. Niente male per una super sportiva.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Concept Car

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati