Ferrari 458 Italia, Alonso e Massa fanno un giro sulla pista di Barcellona

I due piloti divertiti alla guida del gioiello di Maranello

Ferrari 458 Italia - Tra un test ed un altro sul circuito di Barcellona Alonso e Massa hanno staccato un attimo la spina mettendosi alla guida della Ferrari 458 Italia. Un giro di pista per lo spagnolo e uno per il brasiliano, tra un po' di sano relax e tanti sorrisi.
Ferrari 458 Italia, Alonso e Massa fanno un giro sulla pista di Barcellona

In questo momento Fernando Alonso e Felipe Massa saranno concentrati sull’imminente weekend che sta per partire a Melbourne, dove domenica debutta il Mondiale di Formula 1 2013 con il Gran Premio d’Australia. Ma durante le settimane scorse, tra le intense giornate di test passate sul circuito di Barcellona a prendere confidenza con la nuova monoposto del Cavallino, i due piloti della Ferrari hanno trovato anche il tempo di sorridere e divertirsi.

Eccoli in questo filmato con le riprese della camera interna alla vettura mentre sono alla guida della Ferrari 458 Italia proprio sul circuito catalano. A bordo della 458 Italia hanno fatto un giro di pista a testa, prima ha guidato Alonso con Massa a fare il passeggero e poi i due si sono scambiati di posto con il brasiliano alla guida e lo spagnolo di fianco. I due si sono divertiti, con la speranza dei tanti ferraristi di vederli tante volte sorridere così alla fine delle prossime gare.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati

    Auto

    Maradona e la storia della sua Ferrari Testarossa nera

    Venduta all'asta nel 2014 per 250.000 euro gli fu regalata da Ferlaino per la vittoria del Mondiale del 1986
    Il più grande calciatore di tutti i tempi ci ha lasciati. Ieri pomeriggio la terribile notizia verso le 16 dall’Argentina