Opel Cascada, anteprima della nuova cabrio del Fulmine

Primo contatto con la versione turbo benzina SIDI da 1.6 litri

La Opel Cascada arriverà a maggio nelle concessionarie del marchio e, vista l'ormai prossima stagione estiva, vorrà esaltare le sue doti da auto "vacanziera", senza però dimenticare anche la possibilità di un'utilizzo quotidiano

Con i suoi quasi 4,7 metri di lunghezza, la sua dotazione di motori e il suo design slanciato, la Opel Cascada è senza dubbio la grande novità della casa del Fulmine per questo 2013, dopo che l’anno passato è stato all’insegna della Adam. Arriverà nelle concessionarie il prossimo maggio e conta di proporsi come mezzo adatto per tutte le stagioni, anche se l’aspetto e la sua stessa natura di cabriolet la fa emergere come una vettura ideale per l’estate e per la vacanza. Non a caso la presentazione ufficiale dopo il debutto del Salone di Ginevra si è tenuta sulla Costa Azzurra, una delle località mediterranee più rinomate.

Prima di passare alle prime impressioni di guida, vale la pena ripassare le caratteristiche tecniche della Cascada. Come detto, si presenta con una lunghezza di 4.696 mm, una larghezza 2.020 mm e un’altezza di 1.443 mm. Dimensioni accettabili per questo genere di vettura, quasi contenute rispetto ad alcune avversarie. La casa del Fulmine ha cercato di creare una vettura che potesse essere attraente e con un design sportivo, senza per questo esagerare in fronzoli ed eccessive raffinatezze. La Cascada vuole essere una cabrio di medie dimensioni con un prezzo che possa essere il più possibile mainstream e, in effetti, le prospettive in questo senso ci sono tutte. Si parte da un prezzo di base di 29.400 €, abbastanza in linea con le medie del segmento. Secondo i calcoli effettuati dalla casa tedesca, si parlerebbe di un vantaggio sul prezzo dei 15% sulle compatte di lusso e del 30% sulle mid-size di lusso.

La particolarità maggiormente distintiva della Cascada è, naturalmente, il tetto, la cui apertura viene completata in circa 17 secondi. È stato scelto di costruirlo in tela e non in versione hard top, così da avere i vantaggi di leggerezza e praticità di questo genere di materiale. Naturalmente, essendo una cabrio, non si esagera con lo spazio di carico, ma si parla comunque di uno spazio che oscilla tra i 280 e i 380 litri, a seconda della posizione del tetto. È possibile anche ribaltare i sedili posteriori, il che consente di ampliare la portata fino a 750 litri e di accomodare oggetti fino a 1,82 metri di lunghezza. Se ci passate la battuta, inizia ad essere possibile andare ad acquistare mobili “svedesi” anche con questa cabrio. Il tetto può essere aperto e chiuso fino ad un massimo di 50 km/h di velocità. Buona la dotazione di motori: si parte dal turbo benzina da 1.4 litri, fornito in declinazioni da 120 e 140 CV e in grado di fornire una coppia massima di 220 Nm. Alzando il livello arriviamo ad uno dei gioielli dell’offerta, ovvero il turbo benzina da 1.6 litri SIDI (Spark Ignition Direct Injection). Questo motore è stato oggetto della nostra prova e, secondo i dati della casa, può sviluppare una potenza di 170 CV, fino a 280 Nm di coppia, abbassare i consumi del 20% rispetto agli altri motori della serie (6,3 litri/100 km) e rendere disponibile la coppia ad un regime di 1.650 giri al minuto. Per i diesel, invece, abbiamo a disposizione un turbo da 2.0 litri con potenza da 165 CV. In estate, inoltre, arriverà anche il CDTI biturbo da 2.0 litri, con potenza da 195 CV, coppia da 400 Nm e velocità di punta da 230 km/h.

Due parole le merita la struttura dell’auto: la carrozzeria presenta un’elevata rigidità torsionale, mentre sulle ruote anteriori troviamo collegate le nuove sospensioni premium HiPerStrut, senza dimenticare il sistema FlexRide per il controllo attivo del telaio con tre differenti tarature.

Insomma, una vettura che dal punto di vista tecnico si presenta piuttosto bene. Il look è piacevole e molto pulito, senza presentare nessuna novità particolarmente eclatante rispetto agli standard di settore. Abbiamo avuto l’opportunità di provare il 1.600 SIDI, un buon motore per chi desidera avere in dotazione una meccanica adatta alla maggior parte delle occasioni di guida. Magari con questa unità sotto al cofano non sarà possibile effettuare degli scatti particolarmente brucianti, ma in linea generale la potenza è ben distribuita e la guida è piacevole. Abbiamo potuto mettere alla prova la vettura anche su salite sensibilmente più impegnative, ottenendo delle risposte soddisfacenti. L’abitacolo è ben concepito: i sedili offrono una seduta comoda e rilassante, mentre il volante si è rivelato preciso e facile da gestire. Ci è piaciuto anche il sistema di infotainment, al quale ci siamo collegati senza particolari problemi e che ha risposto alle nostre prime esigenze, dalla musica al navigatore satellitare. Ottimo l’isolamento acustico e termico con il tetto chiuso.

Come detto, si tratta solamente della prima impressione, certamente positiva. La Opel Cascada promette bene e si propone come un’auto volutamente “vacanziera”, ma non è impossibile usarla anche come vettura per gli spostamenti quotidiani, se non si hanno particolari esigenze di compattezza e di parcheggio.Aspetteremo di poterla provare in maniera più tecnica e approfondita e, contemporaneamente, se da maggio il pubblico risponderà positivamente a questa nuova proposta del marchio.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati