WP_Post Object ( [ID] => 65839 [post_author] => 24 [post_date] => 2013-03-25 11:52:45 [post_date_gmt] => 2013-03-25 10:52:45 [post_content] => Uno studio EuroTEST ha fatto emergere un dato preoccupante: ben il 93% degli automobilisti italiani non sa soccorrere efficacemente un ferito in incidente stradale. La ricerca, condotta in 14 Stati europei dagli Automobile Club e Croce Rossa, ha rivelato che la gran parte degli italiani non è in grado di intervenire in maniera corretta nei primi soccorsi in caso di incidente. Per capire l'importanza del primissimo soccorso basta un dato: la metà dei decessi nei sinistri stradali avviene entro pochi minuti dall'incidente, motivo per il quale è bene sapere come intervenire prima dell’arrivo del personale medico. Tra gli automobilisti italiani solo il 14% degli intervistati sa che la prima cosa da fare in caso di incidente è mettere in sicurezza il luogo dello stesso. Sei italiani su dieci  non hanno mai seguito un corso di primo soccorso. Nonostante il 62,3% degli automobilisti si dichiari in grado di intervenire, il 97,5% non conosce appieno la procedura da seguire (percentuale più alta in Europa). Altri numeri semplificativi: l’85,5% non sa che il numero europeo di emergenza sia il 112; il 93,4% non riesce ad accertare le condizioni della vittima; il 90,8% non sa cosa fare se il ferito è incosciente e non respira; il 98,7% si blocca in presenza di gravi ferite e sanguinamenti.In un’esercitazione pratica il 92,1% non riesce a porre la vittima nella posizione di sicurezza (anche in questo siamo tristemente primi in Europa) e l’85,5% non sa come eseguire il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale. Fuori dai confini nazionali le cose non vanno molto meglio: nonostante il 68% degli automobilisti intervistati ha seguito un corso di primo soccorso, in Europa il 66% si dichiara pronto a intervenire, ma nei fatti solo il 18% sa cosa fare. Per ridurre la distanza dagli altri Paesi europei l'ACI offre un modulo formativo di primo soccorso per gli automobilisti di "Ready2Go", il network di autoscuole targate ACI. [post_title] => Primo soccorso in caso di incidente stradale, solo un automobilista italiano su dieci sa cosa fare [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => primo-soccorso-in-caso-di-incidente-stradale-solo-un-automobilista-italiano-su-dieci-sa-cosa-fare [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-03-25 11:52:45 [post_modified_gmt] => 2013-03-25 10:52:45 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=65839 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Primo soccorso in caso di incidente stradale, solo un automobilista italiano su dieci sa cosa fare

Il 93% non sa come intervenire, lo rivela uno studio EuroTEST

Studi ACI - Una ricerca diffusa da ACI rivela che la gran parte degli automobilisti italiani non è in grado di intervenire nel modo corretto per prestare il primo soccorso a un ferito di un incidente stradale. L'Italia è tra i Paesi europei messi peggio in quanto a cultura della mobilità responsabile e sicura.
Primo soccorso in caso di incidente stradale, solo un automobilista italiano su dieci sa cosa fare

Uno studio EuroTEST ha fatto emergere un dato preoccupante: ben il 93% degli automobilisti italiani non sa soccorrere efficacemente un ferito in incidente stradale. La ricerca, condotta in 14 Stati europei dagli Automobile Club e Croce Rossa, ha rivelato che la gran parte degli italiani non è in grado di intervenire in maniera corretta nei primi soccorsi in caso di incidente.

Per capire l’importanza del primissimo soccorso basta un dato: la metà dei decessi nei sinistri stradali avviene entro pochi minuti dall’incidente, motivo per il quale è bene sapere come intervenire prima dell’arrivo del personale medico.

Tra gli automobilisti italiani solo il 14% degli intervistati sa che la prima cosa da fare in caso di incidente è mettere in sicurezza il luogo dello stesso. Sei italiani su dieci  non hanno mai seguito un corso di primo soccorso. Nonostante il 62,3% degli automobilisti si dichiari in grado di intervenire, il 97,5% non conosce appieno la procedura da seguire (percentuale più alta in Europa).

Altri numeri semplificativi: l’85,5% non sa che il numero europeo di emergenza sia il 112; il 93,4% non riesce ad accertare le condizioni della vittima; il 90,8% non sa cosa fare se il ferito è incosciente e non respira; il 98,7% si blocca in presenza di gravi ferite e sanguinamenti.In un’esercitazione pratica il 92,1% non riesce a porre la vittima nella posizione di sicurezza (anche in questo siamo tristemente primi in Europa) e l’85,5% non sa come eseguire il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale.

Fuori dai confini nazionali le cose non vanno molto meglio: nonostante il 68% degli automobilisti intervistati ha seguito un corso di primo soccorso, in Europa il 66% si dichiara pronto a intervenire, ma nei fatti solo il 18% sa cosa fare. Per ridurre la distanza dagli altri Paesi europei l’ACI offre un modulo formativo di primo soccorso per gli automobilisti di “Ready2Go”, il network di autoscuole targate ACI.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guida Sicura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Auto

Coppa Milano-Sanremo: 28 – 30 marzo 2019

Presentata ieri l'11° edizione della rievocazione storica della gara più antica d'Italia
Lungo un percorso di oltre 600 chilometri, la manifestazione si snoderà tra Lombardia, Piemonte e Liguria, toccando città e paesaggi dal