Fisker, bancarotta vicina secondo il Wall Street Journal

Continuano a diminuire le speranze di salvezza

Fisker Karma - Non sembrano quasi più esserci speranze per la Fisker. La casa californiana, dopo l'abbandono del suo fondatore, starebbe già valutando l'apertura del procedimento per bancarotta
Fisker, bancarotta vicina secondo il Wall Street Journal

Fisker sta lentamente crollando. Dopo le dimissioni di Henrik Fisker, storico fondatore del marchio, erano arrivati diversi fallimenti nelle trattative per salvare la casa californiana dalla bancarotta. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal le speranze di tirarsi fuori da questa situazione starebbero svanendo. Pare che la Fisker abbia già assunto degli avvocati dello studio Kirkland & Ellis per iniziare a valutare la possibilità di aprire una procedura per bancarotta.

Secondo molti osservatori questa strada sarebbe rimasta l’unica dopo che le trattative con le cinesi Dongfeng e Geely sono naufragate. I portavoce della casa americana al momento si sarebbero rifiutati di rilasciare delle dichiarazioni, ma sono arrivate delle conferme circa la decisione di mandare in licenza l’intera forza lavoro americana, in modo da risparmiare denaro per ripagare un grosso prestito con il Dipartimento dell’Energia US, che scadrebbe il prossimo 22 aprile.

La voce di questo rischio di bancarotta è solamente l’ultimo di una lunga serie di eventi negativi che lascerebbero ben poche speranze a questa casa, che già in passato non si era fatta una buona pubblicità con i continui ritardi nel lancio della sua ultima creazione, ovvero la Fisker Karma. Oltre a questo, si sono aggiunti problemi con incendi alle vetture, la bancarotta del fornitore di batterie per la Karma (che, ricordiamo, è una vettura ibrida plug-in) e, come già detto in apertura, le dimissioni del fondatore per una serie di “pesanti disaccordi” con la dirigenza. Insomma, più passa il tempo, meno sembra esserci speranza. Quando anche il “capitano” decide di abbandonare la nave, allora è segno che il naufragio non può davvero essere evitato. Un vero peccato per questa casa, che nella sua breve esistenza (debuttò nel 2008 al Salone di Detroit) aveva saputo farsi conoscere per delle idee innovative ed ecologiche. Purtroppo il rinvio continuo della Karma (doveva debuttare nel 2009, ma si dovette attendere fino ad ottobre 2011) ne hanno impedito il successo.

Nuova Volkswagen Golf 8 ibrida Da 179 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati