Nissan Qashqai, anteprima della prossima generazione

La filosofia di Palmer: «Eccentrica, ma non inaccessibile»

Nissan Qashqai 2014 - La prossima generazione della Qashqai dovrà seguire le linee tracciate da Nissan in questi mesi, rinnovandosi e mantenendo la sua originalità. Assolutamente proibito costruire qualcosa che sia simile alla concorrenza, perchè il diktat generale è costruire un'auto performante, divertente ed eccentrica

Nei prossimi mesi la Nissan Qashqai dovrebbe essere aggiornata in maniera piuttosto pesante, proponendo così un modello completamente rinnovato che andrebbe in vendita nel corso del prossimo anno. I nostri colleghi inglesi di Autocar sono riusciti a tirare un po’ i fili della situazione all’interno del marchio asiatico, tracciando quella che potrebbe essere la strada intrapresa per la creazione della nuova generazione della gamma.

«Siamo ormai conosciuti come il “brand del crossover” e ci piace – ha ammesso Andy Palmer, Product Planning Chief di Nissan – Per continuare nella giusta direzione, auto come la Qashqai devono essere al limite, eccentriche. Dobbiamo discostarci dalla normalità. Un’auto come la Juke è proprio quello di cui abbiamo bisogno. Un veicolo da “anch’io l’ho” sarebbe un vero disastro.» Insomma, la necessità è quella di inventare un design e una filosofia di vettura completamente nuova rispetto a quanto già visto sul mercato. In molti hanno letto nelle parole di Palmer un riferimento alla concept car Hi-Cross del 2012, così come alla Resonance di quest’anno (nelle foto al Salone di Detroit 2013). Entrambe queste vetture potrebbero rappresentare il cuore pulsante della nuova generazione di Qashqai.

«Esattamente come questi prototipi, [la nuova Qashqai] sarà molto incisiva, aggressiva e con un design netto – ha continuato Palmer – Mentre le Infiniti stanno divenendo sempre più naturali e organiche nel loro linguaggio di stile, le Nissan dovranno apparire più tecniche e meccaniche.» Secondo le fonti di Autocar, l’auto dovrebbe sembrare in larga parte una versione leggermente più tranquilla della Resonance. In particolare i gruppi ottici e la griglia dovrebbero trovare posto sul nuovo modello, così come molte delle linee della zona frontale. Dovrebbe essere ripetuta anche la scelta del look fluido per le fiancate e per i montanti. Le dimensioni dovrebbero invece rimanere le stesse della Qashqai attualmente in produzione, anche se gli abitacoli dovrebbero godere di un balzo in avanti per quanto riguarda la qualità dei materiali e anche di qualche scelta di design un po’ azzardata per aumentare il senso di esclusività.

È naturalmente troppo presto per pensare anche ai motori, per quanto qualche indiscrezione sta già girando nell’ambiente. Ad esempio, pare molto probabile che il 1.600 aspirato sarà sostituito da un nuovo 1.200 turbo, mentre il 1.600 DIG-T dovrebbe essere proposto in due varianti di potenza. Il top di gamma sarebbe in grado di toccare i 215 CV di potenza massima, anche se il meglio sarebbe stato riservato per un potenziale modello Nismo. «Il trattamento Nismo che abbiamo riservato alla Juke è un indizio fondamentale riguardo ciò che stiamo pensando di fare alla Qashqai – ha concluso Palmer – Non siamo impazziti. Si tratta di costruire un’auto più coinvolgente e divertente da guidare, senza per questo renderla inaccessibile. La chiave di tutto ciò è una maggiore interattività, con prestazioni importanti, ma non esagerate. Il motore DIG-T, nella sua variante più potente, è un perfetto esempio di ciò

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati