Ford Evos sarà presente al Salon Privè di Londra

Ford Evos sarà presente al Salon Privè di Londra

Massima espressione della filosofia di design "Kinect"

Ford Evos - Una delle concept car più interessanti prodotte dal marchio americano, che si mostrerà al Concorso d'Eleganza di Londra per mostrare il futuro della produzione dell'Ovale Blu
Ford Evos sarà presente al Salon Privè di Londra

La Ford Evos, il prototipo che dovrebbe anticipare le modifiche e le evoluzioni dell’Ovale Blu nel prossimo futuro, sarà presente al Salon Privè di Londra, il Concorso di Eleganza che si terrà nella capitale inglese il prossimo 4-6 settembre.

Per questa versione aggiornata (l’originale risale al 2011) si tratta di un debutto piuttosto importante, non solo in quanto anteprima delle future vetture del colosso americano, ma anche perché si tratta di una delle massime espressioni del linguaggio di stile “Kinetic” che la casa statunitense ha voluto inaugurare per le due produzioni più recenti. Concretamente, si tratta di una quattro porte con motore ibrido plug-in, alimentato grazie alla tradizionale batteria agli ioni di litio a supporto del motore a combustione tradizionale. A parte questi dettagli, Ford non ha ancora voluto svelare nulla di specifico: sia il posizionamento del motore che la sua cubatura e la sua potenza massima rimangono ancora un segreto gelosamente custodito negli uffici di Detroit.

La Ford Evos, comunque, non sarà futuristica solamente per le sue dotazioni tecniche o il suo look, ma anche per alcune soluzioni interne di comfort e infotainment che la casa americana ha deciso di sperimentare. La principale è senza dubbio la “personal cloud”, ovvero un software che consente al guidatore di memorizzare una lunga serie di informazioni direttamente su un network wireless consultabile anche da altre device. Dall’hotspot Internet alla registrazione del proprio stile di guida e dei consumi della vettura, la “nuova personale” porterà anche sulle vetture dell’Ovale le ultimissime tecnologie di condivisione e gestione dell’auto via Web. Ancora un passo in avanti verso la creazione della “social car”?

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati