WP_Post Object ( [ID] => 76439 [post_author] => 25 [post_date] => 2013-07-24 16:04:05 [post_date_gmt] => 2013-07-24 14:04:05 [post_content] => Un tempo la Mercedes era l’auto tedesca di fascia alta, indirizzata a chi cercava nell’auto la comodità e la sobrietà, magari per farci parecchi chilometri. Nel 1982, con in lancio della 190, l’immagine della casa di Stoccarda è cambiata, con l’ingresso in un segmento inferiore del mercato. Quello a cui assistiamo in questi mesi, con il lancio della nuova classe A, della CLA e delle rispettive versioni 45 AMG, è un altro cambiamento epocale: Mercedes si propone come marchio per i giovani, con modelli che rispettano si la tradizione di casa, ma in un’ottica decisamente più accattivante per il pubblico sotto i 40 anni, storicamente poco attratto dal marchio tedesco. E se per la CLA45 AMG l’attesa è lunga ancora qualche mese, la Mercedes A45 AMG è ordinabile già ora, alla luce dei contenuti ad un prezzo molto aggressivo per il nostro mercato, di “soli” 44.000 euro, il 17% in meno di quanto non si paghi in Germania. Ad oggi sono già 200 gli ordini raccolti, a dimostrazione di come i modelli AMG siano sempre più importanti, in un momento storico dove i volumi di vendita sono molto ridotti. Mercedes punta molto sui modelli sportivi, che in Italia hanno già venduto 21.500 vetture, e che quindi non danno sono lustro all’immagine della casa. SONY DSC Il lancio italiano della A45 AMG avviene in forma congiunta con la MV Agusta F3 800, non tanto per accordi commerciali presenti o futuri, che pare non ci saranno, ma per un’identità di immagine che i due veicoli vogliono avere. Destinati entrambi ad un pubblico giovane, e con potenze specifiche molto vicine. Si, quello che un tempo non tanto lontano sembrava impossibile, è ormai divenuto realtà, visto che la A45 AMG ha una potenza specifica di 181 cavalli/litro! Il 4 cilindri 2 litri stabilisce nuovi riferimenti, con una potenza massima di 360 cavalli e 450 Nm già a 2250 giri. La grossa turbina e la tecnologia Twin Scroll consentono di ottenere 1,8 bar di sovralimentazione, senza però alcun ritardo nell’erogazione, e se scegliete lo scarico performance opzionale, il sound è davvero da auto da corsa. Il tutto, visto che siamo nell’era del downsizing, con consumi davvero buoni, il valore dichiarato nel combinato è di 6,9 litri ogni 100 chilometri e nel nostro test, senza limitarci troppo nella guida, abbiamo constatato come sia davvero possibile percorrere oltre 10 chilometri con un litro di benzina, con un’auto con prestazioni straordinarie, parliamo di 4,6 secondi per bruciare lo 0-100. Lo scenario è uno dei migliori possibili, Firenze-Bologna percorsi in statale, attraverso il Passo della Futa. In città la A45 AMG si lascia guidare con gran comfort, il cambio impostato in modalità automatica ci libera dal fastidio dell’uso della frizione e nasconde bene le sue doti di sportività. Usciti da Firenze, appena il traffico e le strade ce lo permettono, proviamo a metterlo in manuale, comandandolo con i paddle al volante, il divertimento inizia! 120 millisecondi per una cambiata e doppietta automatica, le stesse caratteristiche del 7 marce montato sul top di gamma in casa AMG, la SLS GT. La A45 AMG non è un peso piuma, 1555 sono i chili in ordine di marcia, ma la spinta del 4 cilindri è davvero notevole, merito anche della trazione integrale 4Matic, appositamente studiata per vetture di questo tipo, che nascono come trazioni anteriori con motore trasversale. Il regime di potenza massima è di 6.000, ma il limitatore è posto a 6.700. Ecco, a voler trovare il pelo nell’uovo, e dopo aver guidato una C63 AMG, l’unica cosa che manca al propulsore è un po’ di spinta in più nell’ultima parte di range di utilizzo, ma sono cose di cui, nella guida di tutti i giorni, non ci si rende nemmeno conto. Sullo sterzo si sente il lavoro di AMG, è un piacere tenere il volante in mano, anche fisicamente, visto il rivestimento in alcantara nella zona dell’impugnatura, ma anche nella guida. La servoassistenza è studiata per garantire un feeling sportivo ed i risultati sono davvero ottimi, gran precisione e piacere di guida. Anche i freni sono dedicati, pinze a 4 pistoncini all’anteriore, per “mordere” i dischi da 350 mm. Pinze di un aggressivo colore rosso sull’esemplare da noi testato. SONY DSC Gli interni sono all’insegna della sportività e del lusso. Rivestimenti carbon look e strumentazione sportiva vi fanno subito capire di che tipo di vettura si tratti. Ma attenzione, dentro e fuori la Mercedes A45 AMG è una vettura sobria, tolte le scritte ed alcuni particolari che possono passare inosservati agli occhi dei meno esperti, la sportività non deborda in un aspetto eccessivamente “racing”. Le cinture di sicurezza rosse sono di serie ma se volete ostentare la sportività dovete scegliere tra la ricca lista degli optional. Se volete proprio esagerare, Mercedes ha previsto per il lancio una edizione in serie limitata, con pacchetto “Edition 1” da 7.400 euro circa, che include cerchi da 19” al posto dei 18 di serie, splitter anteriore e spoiler posteriore, numerosi accessori Performance e una targhetta dedicata, per farne una instant classic dal gusto marcatamente sportivo e adatta al pubblico più giovane. [post_title] => Mercedes A45 AMG, prime impressioni di guida [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-a45-amg-prime-impressioni-di-guida [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-07-27 13:57:37 [post_modified_gmt] => 2013-07-27 11:57:37 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=76439 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes A45 AMG, prime impressioni di guida

La versione più sportiva della Classe A diventa un nuovo riferimento

Mercedes A45 AMG - Abbiamo provato la versione più tirata della hatchback di Stoccarda e non siamo certo rimasti delusi. Stile e sportività si sposano alla perfezione

Un tempo la Mercedes era l’auto tedesca di fascia alta, indirizzata a chi cercava nell’auto la comodità e la sobrietà, magari per farci parecchi chilometri. Nel 1982, con in lancio della 190, l’immagine della casa di Stoccarda è cambiata, con l’ingresso in un segmento inferiore del mercato. Quello a cui assistiamo in questi mesi, con il lancio della nuova classe A, della CLA e delle rispettive versioni 45 AMG, è un altro cambiamento epocale: Mercedes si propone come marchio per i giovani, con modelli che rispettano si la tradizione di casa, ma in un’ottica decisamente più accattivante per il pubblico sotto i 40 anni, storicamente poco attratto dal marchio tedesco. E se per la CLA45 AMG l’attesa è lunga ancora qualche mese, la Mercedes A45 AMG è ordinabile già ora, alla luce dei contenuti ad un prezzo molto aggressivo per il nostro mercato, di “soli” 44.000 euro, il 17% in meno di quanto non si paghi in Germania. Ad oggi sono già 200 gli ordini raccolti, a dimostrazione di come i modelli AMG siano sempre più importanti, in un momento storico dove i volumi di vendita sono molto ridotti. Mercedes punta molto sui modelli sportivi, che in Italia hanno già venduto 21.500 vetture, e che quindi non danno sono lustro all’immagine della casa.

SONY DSC

Il lancio italiano della A45 AMG avviene in forma congiunta con la MV Agusta F3 800, non tanto per accordi commerciali presenti o futuri, che pare non ci saranno, ma per un’identità di immagine che i due veicoli vogliono avere. Destinati entrambi ad un pubblico giovane, e con potenze specifiche molto vicine. Si, quello che un tempo non tanto lontano sembrava impossibile, è ormai divenuto realtà, visto che la A45 AMG ha una potenza specifica di 181 cavalli/litro! Il 4 cilindri 2 litri stabilisce nuovi riferimenti, con una potenza massima di 360 cavalli e 450 Nm già a 2250 giri. La grossa turbina e la tecnologia Twin Scroll consentono di ottenere 1,8 bar di sovralimentazione, senza però alcun ritardo nell’erogazione, e se scegliete lo scarico performance opzionale, il sound è davvero da auto da corsa. Il tutto, visto che siamo nell’era del downsizing, con consumi davvero buoni, il valore dichiarato nel combinato è di 6,9 litri ogni 100 chilometri e nel nostro test, senza limitarci troppo nella guida, abbiamo constatato come sia davvero possibile percorrere oltre 10 chilometri con un litro di benzina, con un’auto con prestazioni straordinarie, parliamo di 4,6 secondi per bruciare lo 0-100. Lo scenario è uno dei migliori possibili, Firenze-Bologna percorsi in statale, attraverso il Passo della Futa. In città la A45 AMG si lascia guidare con gran comfort, il cambio impostato in modalità automatica ci libera dal fastidio dell’uso della frizione e nasconde bene le sue doti di sportività. Usciti da Firenze, appena il traffico e le strade ce lo permettono, proviamo a metterlo in manuale, comandandolo con i paddle al volante, il divertimento inizia! 120 millisecondi per una cambiata e doppietta automatica, le stesse caratteristiche del 7 marce montato sul top di gamma in casa AMG, la SLS GT. La A45 AMG non è un peso piuma, 1555 sono i chili in ordine di marcia, ma la spinta del 4 cilindri è davvero notevole, merito anche della trazione integrale 4Matic, appositamente studiata per vetture di questo tipo, che nascono come trazioni anteriori con motore trasversale. Il regime di potenza massima è di 6.000, ma il limitatore è posto a 6.700. Ecco, a voler trovare il pelo nell’uovo, e dopo aver guidato una C63 AMG, l’unica cosa che manca al propulsore è un po’ di spinta in più nell’ultima parte di range di utilizzo, ma sono cose di cui, nella guida di tutti i giorni, non ci si rende nemmeno conto. Sullo sterzo si sente il lavoro di AMG, è un piacere tenere il volante in mano, anche fisicamente, visto il rivestimento in alcantara nella zona dell’impugnatura, ma anche nella guida. La servoassistenza è studiata per garantire un feeling sportivo ed i risultati sono davvero ottimi, gran precisione e piacere di guida. Anche i freni sono dedicati, pinze a 4 pistoncini all’anteriore, per “mordere” i dischi da 350 mm. Pinze di un aggressivo colore rosso sull’esemplare da noi testato.

SONY DSC

Gli interni sono all’insegna della sportività e del lusso. Rivestimenti carbon look e strumentazione sportiva vi fanno subito capire di che tipo di vettura si tratti. Ma attenzione, dentro e fuori la Mercedes A45 AMG è una vettura sobria, tolte le scritte ed alcuni particolari che possono passare inosservati agli occhi dei meno esperti, la sportività non deborda in un aspetto eccessivamente “racing”. Le cinture di sicurezza rosse sono di serie ma se volete ostentare la sportività dovete scegliere tra la ricca lista degli optional. Se volete proprio esagerare, Mercedes ha previsto per il lancio una edizione in serie limitata, con pacchetto “Edition 1” da 7.400 euro circa, che include cerchi da 19” al posto dei 18 di serie, splitter anteriore e spoiler posteriore, numerosi accessori Performance e una targhetta dedicata, per farne una instant classic dal gusto marcatamente sportivo e adatta al pubblico più giovane.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati