WP_Post Object ( [ID] => 76974 [post_author] => 8 [post_date] => 2013-08-02 16:06:58 [post_date_gmt] => 2013-08-02 14:06:58 [post_content] => Dopo 23 anni Madonna di Campiglio dovrà fare a meno di Wrooom, tradizionale evento che nella stagione invernale portava letteralmente sulla neve il meglio del mondo dei motori italiano. Ferrari, Fiat e Ducati sono stati per moltissimo tempo protagonisti assoluti di questa grande kermesse, la cui importanza era talmente cresciuta nel tempo da attirare in Trentino i piloti delle due storiche scuderie italiane in rosso, senza contare tantissimi altri tra piloti, team e appassionati di quattro e due ruote. Dopo le difficoltà note del Motor Show di Bologna, quindi, l'Italia deve vedere il mondo dei motori perdere uno dei suoi appuntamenti più apprezzati. L'annuncio è stato fatto da Maurizio Arrivabene, vicepresidente di Philip Morris International, la nota società di comunicazione e marketing legata al marchio Malboro e da sempre organizzatrice della manifestazione. La motivazione di questa scelta è molto semplice: non ci sono soldi. I costi della manifestazione sono divenuti insostenibili e non più affrontabili dalla società. Grande sconforto è stato espresso dalla “coppia di Domenicali” delle due scuderie coinvolte, rispettivamente Stefano per la Ferrari e Claudio per la Ducati. Particolare dispiacere è stato espresso non solo per l'evento in sé, ma per l'affetto e la passione che Wrooom si era saputa guadagnare nel corso di tanti anni, unendo in un solo luogo motori e sci davanti ad uno degli scenari montani più belli del mondo intero. Anche Tiziano Mellarini, assessore al Turismo Trentino, ha espresso il suo dispiacere, sottolineando però come l'ente comprenda perfettamente le ragioni che si trovano dietro a questa decisione. Resta il rammarico di perdere un grande evento non solo per la sua bellezza in sé, ma anche per il grande richiamo a livello nazionale e internazionale. [post_title] => Wrooom 2014 cancellata, la crisi economica chiude la tradizionale kermesse invernale [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => wrooom-2014-cancellata-la-crisi-economica-chiude-la-tradizionale-kermesse-invernale [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-08-02 16:06:58 [post_modified_gmt] => 2013-08-02 14:06:58 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=76974 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Wrooom 2014 cancellata, la crisi economica chiude la tradizionale kermesse invernale

L'annuncio dato dal vicepresidente della Philip Morris International

Per 23 anni aveva portato in un unico luogo il meglio del mondo italiano dei motori. Nel 2014, però, Madonna di Campiglio dovrà rinunciare ad ospitare la grande kermesse di Wrooom, cancellata per mancanza di fondi
Wrooom 2014 cancellata, la crisi economica chiude la tradizionale kermesse invernale

Dopo 23 anni Madonna di Campiglio dovrà fare a meno di Wrooom, tradizionale evento che nella stagione invernale portava letteralmente sulla neve il meglio del mondo dei motori italiano. Ferrari, Fiat e Ducati sono stati per moltissimo tempo protagonisti assoluti di questa grande kermesse, la cui importanza era talmente cresciuta nel tempo da attirare in Trentino i piloti delle due storiche scuderie italiane in rosso, senza contare tantissimi altri tra piloti, team e appassionati di quattro e due ruote. Dopo le difficoltà note del Motor Show di Bologna, quindi, l’Italia deve vedere il mondo dei motori perdere uno dei suoi appuntamenti più apprezzati.

L’annuncio è stato fatto da Maurizio Arrivabene, vicepresidente di Philip Morris International, la nota società di comunicazione e marketing legata al marchio Malboro e da sempre organizzatrice della manifestazione. La motivazione di questa scelta è molto semplice: non ci sono soldi. I costi della manifestazione sono divenuti insostenibili e non più affrontabili dalla società. Grande sconforto è stato espresso dalla “coppia di Domenicali” delle due scuderie coinvolte, rispettivamente Stefano per la Ferrari e Claudio per la Ducati. Particolare dispiacere è stato espresso non solo per l’evento in sé, ma per l’affetto e la passione che Wrooom si era saputa guadagnare nel corso di tanti anni, unendo in un solo luogo motori e sci davanti ad uno degli scenari montani più belli del mondo intero.

Anche Tiziano Mellarini, assessore al Turismo Trentino, ha espresso il suo dispiacere, sottolineando però come l’ente comprenda perfettamente le ragioni che si trovano dietro a questa decisione. Resta il rammarico di perdere un grande evento non solo per la sua bellezza in sé, ma anche per il grande richiamo a livello nazionale e internazionale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati