Pirelli P7 Cinturato: aggiornamento sul long test

Continua la nostra lunga prova delle gomme Pirelli.

Sono più di 9000 i chilometri che abbiamo già percorso con le Pirelli P7 Cinturato che abbiamo montato sulla nostra Audi A5 Sportback. Dunque è arrivato il momento, tra passeggiate in giro per il nord Italia, e lunghi viaggi fino al tacco dello stivale, di tracciare una linea per fare un pò il bilancio della nostra esperienza con queste gomme, che continueranno comunque ad accompagnarci fino a quando non giungerà il momento di tornare alle m+s. Prima però, per chi non ci avesse seguito in precedenza, vogliamo riepilogarvi un pò quelle che sono le caratteristiche principali di questa gomma italiana che sta raccogliendo non pochi consensi, tanto da essere scelta come primo equipaggiamento da costruttori blasonati come Audi, BMW, Alfa Romeo.

Efficienza, rispetto per l’ambiente, comfort ma non solo..

L’obiettivo che avevano in mente i progettisti di casa Pirelli al momento di lanciare il P7 Cinturato era ben chiaro: offrire una gomma che comportasse zero compromessi in termini di piacere di guida, ma allo stesso tempo decisamente amica dell’ambiente. L’essere eco-friendly, per una gomma, si traduce in una minore resistenza al rotolamento, che comporta di conseguenza una riduzione dei consumi e delle emissioni di Co2. In particolare le riduzioni promesse sono rispettivamente del 20% al rotolamento e del 4% delle richieste di carburante. Minore resistenza al rotolamento che, tra l’altro, si traduce anche in miglior comfort di marcia, grazie alla riduzione dei dB che penetrano nell’abitacolo.

Nella guida di tutti i giorni

L’avevamo già anticipato nelle nostre primissime impressioni, e lo possiamo confermare adesso, dopo aver percorso parecchi chilometri: i benefici offerti dal P7 Cinturato si sentono. In particolare, durante il nostro lungo viaggio in Puglia, con il cruise control costantemente impostato sui 130km/h, abbiamo avuto modo di apprezzare per davvero come, da quando abbiamo montato queste gomme, la macchina sembri essere effettivamente più “scorrevole”. Vuoi il migliore comfort acustico, vuoi l’esser passati dalle invernali alle P7, ma la sensazione è proprio questa. Ma comunque, dato che siamo su un’Audi A5, per di più S-line, e non su una Prius, non ci interessano soltanto comfort ed ecologia. Vogliamo anche prestazioni e piacere di guida. Beh, anche sotto quest’aspetto le Pirelli P7 Cinturato non deludono affatto. Ovviamente non avranno il piglio di una P Zero, ma la spalla, anche nella guida più spinta, si dimostra sufficentemente rigida, offrendo una presa solida sull’asfalto. Ciò si ripercuote positivamente sullo sterzo, che si mantiene sempre comunicativo.

Bene, adesso ci aspettano gli ultimi chilometri di fine estate, con una sorpresina finale che vedrà protagoniste le nostre Audi A5 Sportback e BMW 520d. Continuate a seguirci..

Su http://www.pirelli.com tutte le informazioni tecniche sul Pirelli P7 Cinturato.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Ecologia

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati