WP_Post Object ( [ID] => 78602 [post_author] => 8 [post_date] => 2013-09-03 17:00:52 [post_date_gmt] => 2013-09-03 15:00:52 [post_content] => Il car sharing a Milano continua ad evolversi. Il servizio Car2Go, lanciato lo scorso 11 agosto nel capoluogo meneghino, sta già raccogliendo numeri molto interessanti, a testimonianza che l'offerta presentata dal Gruppo Daimler, dal gruppo internazionale Car2GoEuropcar, comune di Milano e Legambiente interessa, e pure molto, la cittadinanza. Dopo meno di un mese dall'apertura, per di più durante un periodo di ferie nel quale la città si svuota completamente, sono già state raccolte circa 4.500 iscrizioni al servizio e la flotta di Smart Fortwo coupé messa a disposizione dal colosso tedesco è già passata da 150 a ben 450 unità (entro fine settembre). Quali sono, però, i vantaggi del servizio Car2Go rispetto ad un tradizionale noleggio? Sostanzialmente si tratta di un'offerta pensata appositamente per incentivare la mobilità cittadina, piuttosto che quella a lungo raggio. Il servizio, infatti, è attivo al momento solo all'interno di una zona di 120 chilometri quadrati di estensione, comprendente in pratica tutta la struttura urbana di Milano. All'interno di questa zona è possibile lasciare e prendere le auto di Car2Go in assoluta libertà. Infatti non esistono parcheggi dedicati o simili. La vettura può essere parcheggiata in tutte le zone pubbliche delimitate dalle linee blu e lì lasciate ad aspettare il prossimo cliente. È possibile quindi noleggiare letteralmente “al volo” una vettura, magari fortunosamente trovata al posto giusto al momento giusto. Car2Go funziona attraverso una tessera che deve essere posizionata su un lettore posto sull'auto. Da quel momento in poi la Smart diventerà letteralmente di nostra proprietà e potremo portare con noi le chiavi finché non avremo terminato di utilizzarla. La convenienza del servizio risiede nella tariffazione, calcolata non a ore o giorni, bensì a minuti. Car2Go, infatti, costa 29 centesimi di euro al minuto, comprensivi di assicurazione casco (franchigia di 500 €, copertura comprensiva di passeggero), benzina (in caso di necessità di rifornimento con serbatoio al di sotto del 25% si ha diritto a 20 minuti di noleggio in più) e bollo per circolare liberamente nell'Area C senza limitazioni (sono escluse le corsie preferenziali). Le Smart appartiene letteralmente al proprietario finché non decide di terminare il noleggio. Ovviamente ad ogni tessera va collegata una carta di credito (al momento l'unico metodo di pagamento disponibile) sulla quale vengono addebitati tutti gli importi. Per rendere fattibili dei noleggi più prolungati nel tempo (anche se la media europea di solito è di 20-25 minuti) i costi orari e giornalieri hanno dei tetti massimi, oltre i quali non possono andare. Si tratta di 14,90 € all'ora (invece di 17,40 €) e di 59 € al giorno. Entrambe queste tariffe comprendono un massimo di 50 km di percorrenza, una distanza basata sul fatto che nell'ambito urbano difficilmente si supera questa distanza anche in un'intera giornata (è possibile sforare comunque ad una tariffa di 29 centesimi di euro al chilometro). Non ci sono limitazioni né di tempo, né di distanza da percorrere (a prescindere che si sia ben coscienti dei costi del servizio, naturalmente). L'unica condizione è che il noleggio dell'auto può essere concluso, passando nuovamente la tessera sul lettore, solamente all'interno dell'area di competenza (ovvero al momento solo Milano). Car2Go integra inoltre una lunga serie di servizi a margine per rendere più comoda e pratica l'esperienza di noleggio. Grazie all'app ufficiale per smartphone è possibile scoprire in ogni momento dove si trova l'auto più vicina e “prenotarla” per un tempo di attesa massimo di 30 minuti. Una squadra di dieci addetti è in giro a tempo pieno tra le vie di Milano, coadiuvata naturalmente da alcuni tablet connessi alla rete di comunicazione di Car2Go, per offrire assistenza, manutenzione e pulizia su ogni singola auto dedicata al servizio. In caso di incidente, inoltre, un pulsante metterà immediatamente in comunicazione con il servizio assistenza, che provvederà a fornire aiuto in qualsiasi situazione. «Abbiamo deciso di aprire il mercato del car sharing ad iniziative private – ha dichiarato Pierfrancesco Maran, assessore alla mobilità del comune di Milano – perché crediamo che possa essere un modo efficace per incrementare la libertà di movimento dei milanesi e aiutare la nostra città a diventare sempre più efficiente. Car2Go è un ottimo biglietto da visita anche in vista di Expo 2015.» Da non sottovalutare, infine, i vantaggi in termini di ecologia di una simile iniziativa. La possibilità di avere auto a disposizione di tutti, infatti, potrebbe consentire di ridurre notevolmente sia le vetture circolanti su strada che l'inquinamento atmosferico. Le Smart Fortwo coupé, infatti, emettono circa 98 g/km di CO2. In occasione del lancio del servizio, sono stati attivati a Milano cinque punti per iscriversi e ricevere la tessera. Fino al 30 settembre chi sottoscrive il servizio ha diritto alla tessera gratuita con pre-caricati 30 minuti di noleggio. Dal 1 ottobre la tessera costerà (una tantum) 19 € al momento dell'iscrizione. Ulteriori informazioni sul sito ufficiale Car2Go.com. [post_title] => Car2Go, come funziona e quanto costa il nuovo servizio car sharing di Milano [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => car2go-come-funziona-e-quanto-costa-il-nuovo-servizio-car-sharing-di-milano [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-09-03 17:11:21 [post_modified_gmt] => 2013-09-03 15:11:21 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=78602 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Car2Go, come funziona e quanto costa il nuovo servizio car sharing di Milano

Già 4.500 iscrizioni in meno di un mese dal lancio

Car2Go - Il nuovo servizio di car sharing del comune di Milano è partito con il piede giusto, raccogliendo già ben 4.500 iscrizioni nonostante il periodo vancanziero. Ecco quanto costa e come funziona il nuovo Car2Go
Car2Go, come funziona e quanto costa il nuovo servizio car sharing di Milano

Il car sharing a Milano continua ad evolversi. Il servizio Car2Go, lanciato lo scorso 11 agosto nel capoluogo meneghino, sta già raccogliendo numeri molto interessanti, a testimonianza che l’offerta presentata dal Gruppo Daimler, dal gruppo internazionale Car2GoEuropcar, comune di Milano e Legambiente interessa, e pure molto, la cittadinanza. Dopo meno di un mese dall’apertura, per di più durante un periodo di ferie nel quale la città si svuota completamente, sono già state raccolte circa 4.500 iscrizioni al servizio e la flotta di Smart Fortwo coupé messa a disposizione dal colosso tedesco è già passata da 150 a ben 450 unità (entro fine settembre).

Quali sono, però, i vantaggi del servizio Car2Go rispetto ad un tradizionale noleggio? Sostanzialmente si tratta di un’offerta pensata appositamente per incentivare la mobilità cittadina, piuttosto che quella a lungo raggio. Il servizio, infatti, è attivo al momento solo all’interno di una zona di 120 chilometri quadrati di estensione, comprendente in pratica tutta la struttura urbana di Milano. All’interno di questa zona è possibile lasciare e prendere le auto di Car2Go in assoluta libertà. Infatti non esistono parcheggi dedicati o simili. La vettura può essere parcheggiata in tutte le zone pubbliche delimitate dalle linee blu e lì lasciate ad aspettare il prossimo cliente. È possibile quindi noleggiare letteralmente “al volo” una vettura, magari fortunosamente trovata al posto giusto al momento giusto. Car2Go funziona attraverso una tessera che deve essere posizionata su un lettore posto sull’auto. Da quel momento in poi la Smart diventerà letteralmente di nostra proprietà e potremo portare con noi le chiavi finché non avremo terminato di utilizzarla. La convenienza del servizio risiede nella tariffazione, calcolata non a ore o giorni, bensì a minuti. Car2Go, infatti, costa 29 centesimi di euro al minuto, comprensivi di assicurazione casco (franchigia di 500 €, copertura comprensiva di passeggero), benzina (in caso di necessità di rifornimento con serbatoio al di sotto del 25% si ha diritto a 20 minuti di noleggio in più) e bollo per circolare liberamente nell’Area C senza limitazioni (sono escluse le corsie preferenziali).

Le Smart appartiene letteralmente al proprietario finché non decide di terminare il noleggio. Ovviamente ad ogni tessera va collegata una carta di credito (al momento l’unico metodo di pagamento disponibile) sulla quale vengono addebitati tutti gli importi. Per rendere fattibili dei noleggi più prolungati nel tempo (anche se la media europea di solito è di 20-25 minuti) i costi orari e giornalieri hanno dei tetti massimi, oltre i quali non possono andare. Si tratta di 14,90 € all’ora (invece di 17,40 €) e di 59 € al giorno. Entrambe queste tariffe comprendono un massimo di 50 km di percorrenza, una distanza basata sul fatto che nell’ambito urbano difficilmente si supera questa distanza anche in un’intera giornata (è possibile sforare comunque ad una tariffa di 29 centesimi di euro al chilometro). Non ci sono limitazioni né di tempo, né di distanza da percorrere (a prescindere che si sia ben coscienti dei costi del servizio, naturalmente). L’unica condizione è che il noleggio dell’auto può essere concluso, passando nuovamente la tessera sul lettore, solamente all’interno dell’area di competenza (ovvero al momento solo Milano).

Car2Go integra inoltre una lunga serie di servizi a margine per rendere più comoda e pratica l’esperienza di noleggio. Grazie all’app ufficiale per smartphone è possibile scoprire in ogni momento dove si trova l’auto più vicina e “prenotarla” per un tempo di attesa massimo di 30 minuti. Una squadra di dieci addetti è in giro a tempo pieno tra le vie di Milano, coadiuvata naturalmente da alcuni tablet connessi alla rete di comunicazione di Car2Go, per offrire assistenza, manutenzione e pulizia su ogni singola auto dedicata al servizio. In caso di incidente, inoltre, un pulsante metterà immediatamente in comunicazione con il servizio assistenza, che provvederà a fornire aiuto in qualsiasi situazione. «Abbiamo deciso di aprire il mercato del car sharing ad iniziative private – ha dichiarato Pierfrancesco Maran, assessore alla mobilità del comune di Milano – perché crediamo che possa essere un modo efficace per incrementare la libertà di movimento dei milanesi e aiutare la nostra città a diventare sempre più efficiente. Car2Go è un ottimo biglietto da visita anche in vista di Expo 2015.» Da non sottovalutare, infine, i vantaggi in termini di ecologia di una simile iniziativa. La possibilità di avere auto a disposizione di tutti, infatti, potrebbe consentire di ridurre notevolmente sia le vetture circolanti su strada che l’inquinamento atmosferico. Le Smart Fortwo coupé, infatti, emettono circa 98 g/km di CO2.

In occasione del lancio del servizio, sono stati attivati a Milano cinque punti per iscriversi e ricevere la tessera. Fino al 30 settembre chi sottoscrive il servizio ha diritto alla tessera gratuita con pre-caricati 30 minuti di noleggio. Dal 1 ottobre la tessera costerà (una tantum) 19 € al momento dell’iscrizione. Ulteriori informazioni sul sito ufficiale Car2Go.com.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ecologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati