Salone di Francoforte 2013 apre oggi al pubblico

Angela Merkel alla cerimonia d'apertura

Salone di Francoforte 2013 - Si aprono oggi le porte al pubblico al Salone di Francoforte 2013. Poco fa è iniziata la cerimonia d'apertura con l'intervento della cancelliera tedesca Merkel. Appassionati e curiosi potranno visitare la kermesse di Francoforte per dieci giorni, da oggi 12 settembre a domenica 22.
Salone di Francoforte 2013 apre oggi al pubblico

Molti degli appassionati di auto già da tempo avranno cerchiato in rosso in agenda la data del 12 settembre. Oggi di fatto il Salone di Francoforte 2013 apre le porte per accogliere i visitatori, con le Case automobilistiche pronte a mostrare al pubblico le ultime novità del settore. Per chi vorrà andare al Salone di Francoforte a vedere dal vivo le nuove “creature” del mondo auto ci sarà tempo fino a domenica 22 settembre, ultimo giorno della kermesse tedesca.

I giorni del 10 e dell’11 settembre sono stati riservati alla stampa internazionale per poi dare il via al vero e proprio Salone, fatto di appassionati, curiosi e migliaia di persone ad animare gli stand delle Case. Ad aprire ufficialmente lo IAA 2013 poco fa è stata la cancelliera tedesca Angela Merkel protagonista di un breve intervento che ha fatto da “taglio del nastro” alla cerimonia d’apertura del 65° Salone di Francoforte.

Nel corso di questi dieci giorni al Salone di Francoforte sono attesi migliaia di visitatori provenienti da ogni parte del mondo ed in particolare dall’Europa. Del resto l’appuntamento di Francoforte rappresenta per il mondo automobilistico uno dei momenti più interessanti dell’anno a livello internazionale. E dalle anteprime e dalla novità che abbiamo visto in questi due giorni, e che continueremo a vedere insieme, anche questa volta le attese sono state rispettate.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati