Audi A4 Avant Quattro: prova su strada

Attrazione integrale

Audi A4 Avant Quattro forte della trazione integrale, di un ottimo motore, abbinato all'altrettanto ottimo cambio S-tronic, l'Audi A4 dimostra di essere una vettura ancora attualissima, grazie anche al restyling che ne ha aggiornato la linea, secondo i nuovi canoni stilistici della casa. Ottimo il comfort, come anche il piacere di guida. Eccellenti le finiture. Ed in più, la versione "Quattro Edition", davvero ben accessoriata, risulta piuttosto conveniente,

Quattro sono gli anelli, e quattro sono le ruote motrici. Audi punta forte sulla trazione integrale, e non è certo un mistero. Ce lo ha confermato anche il “big boss” Luca De Meo, durante la nostra intervista al recente salone di Francoforte. E poi, come dimenticare l’adrenalinica pubblicità che lega l’Italia e le Audi, con la nostra nazione che viene definita “Land of Quattro”. Proprio in questa prova vi racconteremo come va una delle icone della casa di Ingolstadt, l’Audi A4 Avant, da sempre acerrima nemica della conterranea Serie 3. Ovviamente la vettura in prova, manco a dirlo, era dotata della trazione “Quattro”, in abbinamento con il 2.0 turbodiesel ed il cambio automatico S-Tronic. Insomma, piatto ricco…iniziamo a guidare.

Design e Interni:

Rating: ★★★★½ 

Stile:aggiornato all’attuale family feeling, sembra insensibile al trascorrere degli anni

Audi_A4_Avant_Quattro_Prova_su_strada_16

L’attuale generazione dell’Audi A4 non è tra le vetture più “fresche”della gamma. Il modello, infatti, è datato 2007, ma poco male. A livello estetico, grazie al recente facelift, è come se fosse stata presentata l’altro ieri. I tratti tipici, infatti, sono tutti lì: calandra single-frame con gli angoli superiori smussati, fari a led minacciosi, e quel classico mix di sobrietà, eleganza e sportività, che la matita del nostro Walter De Silva riesce sempre a raggiungere, come pochi altri sanno fare. Tutto invariato, invece, sul fronte delle dimensioni, con i 470cm che la rendono sufficientemente ampia per la famiglia, comoda per i lunghi viaggi, ma non troppo impegnativa come la sorella più grande A6. Insomma, anche una signora su un’A4 Avant fa sempre la sua figura, senza sembrare mai quella che “ha preso in prestito l’auto del marito”.

Abitacolo: come sempre materiali ineccepibili e cura maniacale, anche del dettaglio.

Audi_A4_Avant_Quattro_Prova_su_strada_51
Ogni volta che ci ritroviamo a parlare degli interni di un’Audi rischiamo di essere ripetitivi, ma non abbiamo molta scelta. Potemmo semplicemente limitarci a fare copia e incolla, per evitare di stare nuovamente a scrivere che i materiali sono straordinariamente curati, che le finiture sono davvero impeccabili, e che l’assemblaggio e la cura dei particolari che non hanno davvero eguali. Per il resto la posizione di guida è altrettanto perfetta, nel senso che si adatta a tutti i tipi di corporatura, consentendo di scegliere se guidare con il sedile il più possibile vicino all’asfalto o tendenzialmente rialzato. La plancia, dal solito design minimalista, quasi austero, presenta pochi comandi: giusto quelli del clima, ed alcuni tasti secondari , come ad esempio quelli che servono a disattivare start&stop ed Esp. Il resto delle funzioni, come ormai d’abitudine, si comanda attraverso i tasti sul tunnel centrale, posizionati proprio dietro la leva del cambio. Sulle prime non è molto naturale, ma una volta fatta l’abitudine il tutto si rivela piuttosto comodo ed user friendly. Capitolo abitabilità: nulla da segnalare sull’anteriore, mentre quella posteriore è buona ma non straordinaria. Ovvero, comodi in quattro, un pò stretti in cinque. Bene invece il bagagliaio, capace d’inghiottirsi da 490 a 1430lt.

Comportamento su Strada:

Rating: ★★★★½ 

Potrebbe fare a meno dell’elettronica. Margini di sicurezza elevatissimi.
Audi_A4_Avant_Quattro_Prova_su_strada_29

Guidando quest’Audi A4 Quattro in maniera allegra viene immediatamente da pensare che si portebbe fare tranquillamente a meno dell’Esp. E’porprio questo il vantaggio della trazione integrale su una macchina che non ha una cavalleria “monstre”da scaricare per terra: margini di sicurezza elevatissimi, e tanta, ma davvero tanta trazione. Anche sui fondi scivolosi, di prima e seconda marcia, a dispetto dei 380nm di coppia, l’A4 scarica per terra tutta la potenza con zero pattinamenti. E poi, volete mettere la soddisfazione (ovviamente con le m+s) di poter sfidare la neve con la stessa disinvoltura di suv e fuoristrada? Per il resto l’ “A4 integrale” presenta le stesse qualità stradali delle sorelle con la sola trazione anteriore. Innanzitutto è molto confortevole, in particolare grazie all’insonorizzazione davvero notevole: anche a 130km/h il 2.0 Tdi si avverte appena. E poi, a rendere ogni viaggio più leggero, ci pensa il cruise control adattivo di cui era dotata la vettura. Per il resto, grazie all’assetto non troppo cedevole, l’A4 si lascia guidare con gusto anche sul misto. Il volante è sempre un pò leggero nel carico, ma comunque non pecca di prontezza e precisione. C’è poi il cambio automatico doppia frizione S-Tronic che esce da questa prova a testa alta: le cambiate sanno essere docili a bassa velocità, ma anche piuttosto cattive quando si spinge a fondo sull’acceleratore. Insomma, grazie al cambio S-Tronic quest’Audi A4 riesce a guadagnare una versatilità tale che difficilmente ci porterebbe a rinunciare all’automatico in favore di un tradizionale manuale.

Motore e Prestazioni:

Rating: ★★★★½ 

Audi_A4_Avant_Quattro_Prova_su_strada_66

Sotto il cofano dell’Audi A4 c’era il 2.0 Tdi nella sua versione da 177cv. Dunque una cavalleria di tutto rispetto, che, pur dovendo fare i conti con 1715kg di peso, riesce a portare a spasso la vettura in maniera molto brillante. D’altronde, con uno 0-100 che viene coperto in 8 sec netti, ce n’è abbastanza per non tirarsi indietro di fronte a nessuna sfida al semaforo. Senza dimenticare la trazione integrale, che azzera i pattinamenti in partenza. La top speed, invece, è di 218 km/h. Insomma, con prestazioni del genere viene davvero difficile giustificare l’acquisto della 3.0 Tdi.

Consumi e Costi:

Rating: ★★★★☆ 

Beve poco, e la “Quattro Edition” è anche piuttosto conveniente.

Audi_A4_Avant_Quattro_Prova_su_strada_33

Il bello di quest’Audi A4 è che, oltre ad andar forte, riesce ad accontentarsi di poco gasolio. Il dichiarato dalla casa parla di 5.5 litri/100km nel ciclo combinato, mentre noi, durante la nostra prova, abbiamo realizzato medie di 6.2 litri/100 km in base a quanto indicato dal trip computer. Per quanto riguarda il listino, partendo dal presupposto che le Audi non sono mai state regalate, bisogna dire che c’è davvero l’imbarazzo della scelta, dato che la trazione integrale è disponibile su tantissimi allestimenti e motorizzazioni. La più interessante, oggetto di poromozione, è indubbiamente la “Quattro Edition”. Disponibile eslusivamente con la motorizzazione da 177cv, per 38.850€ include nel prezzo, tra gli altri, i cerchi da 17”, il navigatore, i fari allo xeno ed il pacchetto S-line exterior, con un vantaggio per il cliente davvero considerevole. Insomma, se non fossimo in un periodo di crisi, in cui spendere tanti soldi per una macchina nuova è sempre un pò difficile, non esiteremmo a sottolienare che per quelle cifre, e con questa dotazione, l’Audi A4 “Quattro Edition” è davvero un buon affare.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Finitura e materiali d’altissimo livello. Molto versatile grazie alla trazione “Quattro”Assenza bocchette posteriori del clima, paddle al volante troppo piccoli

Audi A4 Avant 2.0 Tdi Quattro S-Tronic: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★½ 
Ripresa:★★★★½ 
Cambio:★★★★½ 
Frenata:★★★★½ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★★ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★½ 
Design:★★★★☆ 
Consumi:★★★★½ 

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati