WP_Post Object ( [ID] => 81788 [post_author] => 8 [post_date] => 2013-10-16 15:58:52 [post_date_gmt] => 2013-10-16 13:58:52 [post_content] => Del car sharing ormai abbiamo già ampiamente sentito parlare in tutte le salse possibili. Ma avete mai pensato fosse possibile un “park sharing”? Lo ha fatto il Gruppo Daimler, che dopo aver popolato numerose città del mondo (Milano compresa) con le sue Mini bianche e azzurre di Car2Go (nella foto Nico Rosberg durante il lancio del servizio in Italia), ora propone un nuovo ed interessante servizio, per ora attivo unicamente nelle due grandi metropoli di Berlino e Amburgo: la condivisione del parcheggio. Questo servizio si articola sostanzialmente in una sorta di noleggio a breve termine di parcheggi privati. Con Car2Go, come già sappiamo, è possibile lasciare l'auto in qualsiasi parcheggio pubblico delle città coinvolte nel progetto. All'interno della zona di competenza, tutto è valido, compresi i parcheggi sulle strisce gialle. A volte, però, questo non è sufficiente. Ecco allora che la società tedesca si è messa a disposizione per collegare proprietari di parcheggi privati con gli automobilisti che ne hanno necessità. Si pensa ad esempio a chi possiede un box e non lo utilizza, o magari a grosse aziende con parcheggi sempre vuoti o comunque non utilizzati nella loro interessa. Attraverso una speciale app per smartphone e un sito dedicato (Park2gether.com), il servizio Park2gether, letteralmente “parcheggiamo insieme”, segnala dov'è possibile trovare un garage o un posto auto, magari recintato, nel quale sia possibile parcheggiare ad un prezzo conveniente. Il servizio sarà attivo nelle due città tedesche entro metà novembre. La società di gestione del Gruppo Daimler tratterrà il 25% della commissione corrisposta dal cliente, mentre il resto rimarrà interamente nelle tasche di chi ha offerto il parcheggio. Alla fine si tratta di qualcosa di molto simile a Car2Go. Attraverso l'app e il sito sarà possibile prenotare il posto auto in un dato periodo con un anticipo fino a 30 giorni. Il tutto naturalmente in piena automazione. Voi cosa ne pensate? Potrebbe funzionare un simile servizio in Italia? [post_title] => Park2gether, in Germania nasce il “parcheggio sharing” [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => park2gether-in-germania-nasce-il-parcheggio-sharing [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-10-16 15:58:52 [post_modified_gmt] => 2013-10-16 13:58:52 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=81788 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Park2gether, in Germania nasce il “parcheggio sharing”

Daimler unisce proprietari e automobilisti alla ricerca di un punto sosta

Park2gether - La condivisione del parcheggio. Se siete titolari di un box o di un cortile dove potersi fermare con l'auto, presto Daimler potrebbe darvi un mezzo per condividere in piena libertà questo spazio
Park2gether, in Germania nasce il “parcheggio sharing”

Del car sharing ormai abbiamo già ampiamente sentito parlare in tutte le salse possibili. Ma avete mai pensato fosse possibile un “park sharing”? Lo ha fatto il Gruppo Daimler, che dopo aver popolato numerose città del mondo (Milano compresa) con le sue Mini bianche e azzurre di Car2Go (nella foto Nico Rosberg durante il lancio del servizio in Italia), ora propone un nuovo ed interessante servizio, per ora attivo unicamente nelle due grandi metropoli di Berlino e Amburgo: la condivisione del parcheggio.

Questo servizio si articola sostanzialmente in una sorta di noleggio a breve termine di parcheggi privati. Con Car2Go, come già sappiamo, è possibile lasciare l’auto in qualsiasi parcheggio pubblico delle città coinvolte nel progetto. All’interno della zona di competenza, tutto è valido, compresi i parcheggi sulle strisce gialle. A volte, però, questo non è sufficiente. Ecco allora che la società tedesca si è messa a disposizione per collegare proprietari di parcheggi privati con gli automobilisti che ne hanno necessità. Si pensa ad esempio a chi possiede un box e non lo utilizza, o magari a grosse aziende con parcheggi sempre vuoti o comunque non utilizzati nella loro interessa. Attraverso una speciale app per smartphone e un sito dedicato (Park2gether.com), il servizio Park2gether, letteralmente “parcheggiamo insieme”, segnala dov’è possibile trovare un garage o un posto auto, magari recintato, nel quale sia possibile parcheggiare ad un prezzo conveniente.

Il servizio sarà attivo nelle due città tedesche entro metà novembre. La società di gestione del Gruppo Daimler tratterrà il 25% della commissione corrisposta dal cliente, mentre il resto rimarrà interamente nelle tasche di chi ha offerto il parcheggio. Alla fine si tratta di qualcosa di molto simile a Car2Go. Attraverso l’app e il sito sarà possibile prenotare il posto auto in un dato periodo con un anticipo fino a 30 giorni. Il tutto naturalmente in piena automazione.

Voi cosa ne pensate? Potrebbe funzionare un simile servizio in Italia?

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. renato

    17 Ottobre 2013 at 12:58

    sarebbe una cosa utile e risparmi pure, non ho idea se può funzionare qua in italia.
    vedremo.

Articoli correlati