WP_Post Object ( [ID] => 81772 [post_author] => 8 [post_date] => 2013-10-16 12:49:42 [post_date_gmt] => 2013-10-16 10:49:42 [post_content] => Un grande evento su quattro (e non solo) ruote. Peugeot è sbarcata presso l'Autodromo di Vallelunga, uno dei più importanti e rinomati del nostro Paese, portando con sé praticamente il meglio che la produzione del marchio francese avesse da offrire. Al grido di “Peugeotizziamo Vallelunga”, per due giorni l'impianto è stato dominato dalle vetture del Leone in tutte le loro forme, presentando percorsi e prove di guida che consentissero di saggiare tutte le caratteristiche più importanti delle auto protagoniste. Tra queste vi erano veicoli che possiamo apprezzare ogni giorno anche sulle strade normali, come la nuova 208 anche nelle sue versioni GTi e XY, ma non solo. Vallelunga è stata dominata anche dalla musica delle sempre più sportive RCZ, tra le quali ha fatto sentire la sua presenza anche la RCZ R e, soprattutto, la super competitiva RCZ Cup, il cui rombo è risuonato per due lunghi giorni tra le curve del circuito romano. Senza dimenticare, però, le grandi anteprime, come la nuovissima 308, in arrivo nei concessionari a breve. Ecco allora che Vallelunga si è trasformata in una grande celebrazione del marchio. Durante l'evento Driving to Fun la 208 GTi e la RCZ sono state portate in pista praticamente in parata, cercando di esaltare al massimo lo spirito sportivo di cui sono dotate per loro stessa natura. La 208 GTi è un veicolo aggressivo che, però, si può comportare benissimo anche nel traffico urbano. La RCZ, invece, già per le sue stesse forme è un animale da pista, senza contare le versioni più tirate e aggressive. I cordoli e l'asfalto, però, non sono gli unici elementi nei quali Peugeot ha voluto “mostrare i muscoli”. Anche lo sterrato è stato protagonista e non solo grazie alla 208 R2 guidata da Paolo Andreucci: su un percorso di terra, erba e fango si è esibita anche la 2008 all'interno dell'evento Driving All Road. Il Grip Control del city crossover si è comportato davvero bene, confermando come anche in condizioni non ottimali (anche durante un bell'acquazzone) sia in grado di gestirsi alla perfezione senza perdere di aderenza. Non solo prove ed esibizioni, però: Peugeot Drive&Fun si è confermato anche un evento pensato per celebrare la storia e la produzione extra del marchio e dei suoi partner. Non a caso l'evento è stato patrocinato sotto il gruppo Peugeot & Friends, che ha compreso in questa particolare occasione la Magneti Marelli, creatrice, tra le altre cose, dei nuovi gruppi ottici, e Alcantara, che ha portato le sue celebrate ed apprezzate sellerie su numerosissimi modelli della casa. Insieme a questi marchi prestigiosi, si sono fatte vedere alcune delle auto più performanti e conosciute della casa, come la nuova RCZ R da 270 CV (la Peugeot di serie più potente della storia), la 208 T16 Pikes Peak con la quale Sebastien Loeb ha affrontato con successo l'International Hill Climb, la storica 405 T16 Pikes Peak con cui Ari Vatanen compì la stessa impresa nel 1988 e, infine, un gioiellino d'epoca: la 302 Darl'mat che partecipò alla 24 Ore di le Mans del 1934. Insomma, un vero trionfo del Leone, che per l'occasione non si è fermato alle sole auto, ma ha mostrato i prodotti del suo centro stile, rinomato a livello internazionale quasi quanto le stesse vetture. Dalle biciclette agli scooter, dagli oggetti di design addirittura ai pianoforti (con il debutto del modello Pleyel). Insomma, una vera “Peugeotizzazione”, come da promesse. Del resto, stiamo parlando di un'azienda che, automobili a parte (che vennero solo in un secondo momento), è una pietra miliare della storia industriale francese da ormai 200 anni. [post_title] => Peugeot Drive&Fun, il Leone conquista Vallelunga [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => peugeot-drivefun-il-leone-conquista-vallelunga [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-10-16 12:49:57 [post_modified_gmt] => 2013-10-16 10:49:57 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=81772 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Peugeot Drive&Fun, il Leone conquista Vallelunga

Dalla 208 alla 308, dalla Darl'mat 1934 alle vetture Pikes Peak

Peugeot Drive&Fun - A Vallelunga è andata in scena una grande celebrazione del marchio del Leone, che ha portato sulle curve dell'autodromo romano le nuove 208, 308, 2008, RCZ e le super sportive impegnate nelle competizioni motorsport

Un grande evento su quattro (e non solo) ruote. Peugeot è sbarcata presso l’Autodromo di Vallelunga, uno dei più importanti e rinomati del nostro Paese, portando con sé praticamente il meglio che la produzione del marchio francese avesse da offrire. Al grido di “Peugeotizziamo Vallelunga”, per due giorni l’impianto è stato dominato dalle vetture del Leone in tutte le loro forme, presentando percorsi e prove di guida che consentissero di saggiare tutte le caratteristiche più importanti delle auto protagoniste. Tra queste vi erano veicoli che possiamo apprezzare ogni giorno anche sulle strade normali, come la nuova 208 anche nelle sue versioni GTi e XY, ma non solo. Vallelunga è stata dominata anche dalla musica delle sempre più sportive RCZ, tra le quali ha fatto sentire la sua presenza anche la RCZ R e, soprattutto, la super competitiva RCZ Cup, il cui rombo è risuonato per due lunghi giorni tra le curve del circuito romano. Senza dimenticare, però, le grandi anteprime, come la nuovissima 308, in arrivo nei concessionari a breve.

Ecco allora che Vallelunga si è trasformata in una grande celebrazione del marchio. Durante l’evento Driving to Fun la 208 GTi e la RCZ sono state portate in pista praticamente in parata, cercando di esaltare al massimo lo spirito sportivo di cui sono dotate per loro stessa natura. La 208 GTi è un veicolo aggressivo che, però, si può comportare benissimo anche nel traffico urbano. La RCZ, invece, già per le sue stesse forme è un animale da pista, senza contare le versioni più tirate e aggressive. I cordoli e l’asfalto, però, non sono gli unici elementi nei quali Peugeot ha voluto “mostrare i muscoli”. Anche lo sterrato è stato protagonista e non solo grazie alla 208 R2 guidata da Paolo Andreucci: su un percorso di terra, erba e fango si è esibita anche la 2008 all’interno dell’evento Driving All Road. Il Grip Control del city crossover si è comportato davvero bene, confermando come anche in condizioni non ottimali (anche durante un bell’acquazzone) sia in grado di gestirsi alla perfezione senza perdere di aderenza.

Non solo prove ed esibizioni, però: Peugeot Drive&Fun si è confermato anche un evento pensato per celebrare la storia e la produzione extra del marchio e dei suoi partner. Non a caso l’evento è stato patrocinato sotto il gruppo Peugeot & Friends, che ha compreso in questa particolare occasione la Magneti Marelli, creatrice, tra le altre cose, dei nuovi gruppi ottici, e Alcantara, che ha portato le sue celebrate ed apprezzate sellerie su numerosissimi modelli della casa. Insieme a questi marchi prestigiosi, si sono fatte vedere alcune delle auto più performanti e conosciute della casa, come la nuova RCZ R da 270 CV (la Peugeot di serie più potente della storia), la 208 T16 Pikes Peak con la quale Sebastien Loeb ha affrontato con successo l’International Hill Climb, la storica 405 T16 Pikes Peak con cui Ari Vatanen compì la stessa impresa nel 1988 e, infine, un gioiellino d’epoca: la 302 Darl’mat che partecipò alla 24 Ore di le Mans del 1934. Insomma, un vero trionfo del Leone, che per l’occasione non si è fermato alle sole auto, ma ha mostrato i prodotti del suo centro stile, rinomato a livello internazionale quasi quanto le stesse vetture. Dalle biciclette agli scooter, dagli oggetti di design addirittura ai pianoforti (con il debutto del modello Pleyel). Insomma, una vera “Peugeotizzazione”, come da promesse. Del resto, stiamo parlando di un’azienda che, automobili a parte (che vennero solo in un secondo momento), è una pietra miliare della storia industriale francese da ormai 200 anni.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati