Mille Miglia 2014, presentata la nuova edizione della corsa più bella del mondo

Mille Miglia 2014, presentata la nuova edizione della corsa più bella del mondo

Per la prima volta si correrà su quattro tappe

Mille Miglia 2014 - È stata ufficialmente presentata la Mille Miglia 2014, che per la prima volta si disputerà sulla lunghezza di quattro tappe e presenterà numerose novità tecniche e di abilità
Mille Miglia 2014, presentata la nuova edizione della corsa più bella del mondo

Diciamoci la verità: in un mondo come quello automobilistico, dove continuiamo a perdere gloriosi rappresentanti di settore tra case automobiliste (Saab, Gumpert, Pontiac…) e saloni dell’auto (Motor Show), fa piacere vedere che delle certezze solide rimangono. La Mille Miglia è senza alcun dubbio una di queste: la “Corsa più bella del mondo”, com’è stata ufficialmente ribattezzata niente meno che da Enzo Ferrari, andrà in scena anche il prossimo anno e non solo confermerà tutto ciò che abbiamo potuto ammirare nelle edizioni passate, ma introdurrà anche diverse novità, tra le quali ci fa un immenso piacere notare il giorno di gara aggiuntivo.

Organizzata come al solito dall’ACI Brescia, la Mille Miglia 2014 si disputerà dal 15 al 18 maggio del prossimo anno, coprendo in questo modo ben quattro tappe contro le canoniche tre. Il tracciato presenterà naturalmente delle variazioni rispetto al passato: il primo giorno si partirà come da tradizione da Brescia, per poi dirigersi verso Vicenza e a quel punto svoltare verso Bassano del Grappa. La prima giornata si concluderà ufficialmente a Padova. Il giorno dopo si riparte verso il Titano, San Marino, per poi costeggiare l’Adriatico su Riccione e raggiungere infine Loreto. Importantissimo in questa giornata il passaggio simbolico a L’Aquila. La conclusione di questa seconda tappa, comunque, rimarrà sempre la sfilata per le vie della capitale. Il giorno dopo si inizia a tornare verso nord e questa sarà forse la tappa più classica delle quattro in programma. Si va verso Ronciglione, Viterbo e Radicofani, prima del passaggio storico a Siena, dove la Mille Miglia è sempre stato uno degli avvenimenti più importanti dell’anno (dopo il Palio, s’intende). Si continuerà poi verso Volterra, le mura di Lucca e, infine, il passaggio sotto la Torre di Pisa, altro scenario storico della corsa. La tappa si concluderà a Bologna, dopo che le auto avranno superato i Passi della Futa e della Raticosa. Infine abbiamo la quarta e ultima tappa, una novità di portata storica per la Mille Miglia, organizzata appositamente per passare nelle zone dell’Emilia-Romagna colpite dal sisma. L’arrivo finale a Brescia avverrà domenica 18 intorno all’ora di pranzo.

Novità anche dal punto di vista tecnico. Saranno disputate molte più prove cronometrate rispetto al passato, arrivando così ad un numero record di 74. Tenendo conto di quanto queste speciali siano importanti per la compilazione della classifica finale, è superfluo sottolineare come il loro aumento aggiungerà spettacolo ed emozione sportiva alla già grandissima occasione di vedere queste auto storiche sfilare di nuovo per le strade del nostro Paese. Saranno inoltre introdotte dopo una pausa di dieci anni le prove di navigazione a media prestabilita: saranno ben sei.

Leggi altri articoli in Auto Storiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati