BMW Serie 2, tutte le foto e i dettagli tecnici della nuova coupé di Monaco

Debutto durante il Salone di Los Angeles 2013

BMW Serie 2 Coupé - Eccola finalmente la nuova sportiva dell'Elica derivata dalla Serie 1, che debutterà in California a novembre per poi arrivare in tutta Europa nel corso del prossimo anno

Dopo mesi di anticipazioni e anteprime, ecco finalmente svelate tutte le foto e le informazioni ufficiali sulla BMW Serie 2 Coupé, la prima erede della Serie 1 che farà il suo grande debutto al prossimo Salone di Los Angeles, per poi arrivare sul mercato nel corso del prossimo anno, intorno a marzo. Si tratta, esattamente come è stato per la Serie 4 con la Serie 3, di una versione più sportiva e aggressiva della vettura dalla quale deriva, nonché unica declinazione coupé (e in futuro cabrio) della gamma. In teoria, infatti, non dovrebbe esserci più una Serie 1 Coupé o una Cabrio, in quanto queste due varianti saranno inevitabilmente rimarchiate come Serie 2. Poi nel futuro tutto può accadere.

Analizziamo quindi con calma questa nuova vettura, che secondo le parole della stessa casa bavarese dovrebbe alzare notevolmente l’asticella del top dell’aerodinamicità, dell’estetica e dell’emozionalità. L’obiettivo, senza dubbio raggiunto, è stato quello di creare una vettura che potesse declinare lo stile tipico dell’Elica con uno spirito sportivo molto più accentuato rispetto al passato. Rispetto alla Serie 1 dalla quale deriva, quest’auto presenta una griglia leggermente modificata, nuovi gruppi ottici e prese d’aria decisamente allargate. Soprattutto in questa zona della fascia frontale possiamo trovare dei contorni rinnovate e linee che lasciano immediatamente intuire in quale direzione è destinata a svilupparsi la Serie 2. Rispetto alla sua antenata questo modello sarà 72 mm più lungo, 32 mm più largo e avrà un passo maggiorato di 30 mm. Il tutto è stato pensato per garantire un maggiore spazio interno sia per il guidatore che per i passeggeri, senza dimenticare anche un’aumentata capacità di carico per il bagagliaio, che arriverebbe ufficialmente a 390 litri.

L’abitacolo è naturalmente in pieno stile BMW e soprattutto in questo aspetto si vede la strettissima parentela con la Serie 1. Di base troviamo delle sellerie realizzate con materiali di pregio e strumenti arricchiti da eleganti inserti in argento satinato. Di serie i sedili sono ricoperti i tessuto, ma basta poco per salire di qualità con una speciale pelle Dakota, decorazioni in alluminio spazzolato e persino accenni in legno. Notevole come sempre il sistema di infotainment iDrive, che può essere scelto con schermo da 6,5 o addirittura 8,8 pollici, raggiungendo le dimensioni di un piccolo tablet. Gli allestimenti a disposizione saranno i classici Sport Line, Modern Line e M Sport. Come sempre sarà quest’ultimo uno dei più popolari, soprattutto tra gli sportivi, dato che porterà diverse aggiunte esterne per migliorare l’aerodinamicità del bodykit, una griglia esclusiva e tubi di scarico cromati. Da un punto di vista meccanico il pacchetto offre anche le sospensioni sportive con riduzione dell’altezza del telaio di 10 mm, cerchi in lega super leggeri della divisione M da 17 pollici, sedili sportivi, un quadro comandi personalizzato e le placche “M” sparse per tutta la vettura.

Abbiamo parlato di meccanica, quindi è arrivato il momento di affrontare l’argomento motori. Partiamo prima di tutto dai benzina: il modello 220i avrà diritto ad un quattro cilindri turbo TwinPower da 184 CV di potenza e 270 Nm di coppia, in grado di passare da 0 a 100 nel giro di 7 secondi netti e di toccare una velocità di punta di 235 km/h. Come sempre, però, sarà il diesel a fare la parte del leone nel nostro Paese, quindi scopriamo la 218d che avrà a sua volta un quattro cilindri TwinPower Turbo da 143 CV e 320 Nm, che consentirà uno scatto 0-100 in 8,9 secondi e una velocità di punta di 213 km/h. Se, però, preferite qualcosa di più performante, il modello 220d sarà dotato della stessa unità, ma potenziata fino a 184 CV e 380 Nm, il che renderà la Serie 2 in grado di scattare sullo 0-100 in 7,2 secondi e di toccare i 230 km/h. Per le versioni “normali” chiudiamo con la 225d, che alzerà l’asticella della potenza a 218 CV e quella della coppia a 450 Nm. Il risultato in termini di prestazioni è decisamente impressionante: lo 0-100 si completa in 6,3 secondi, mentre la velocità di punta è di 242 km/h.

Abbiamo parlato di versioni “normali” non a caso. Perché il top dei top arriverà naturalmente dai laboratori della Divisione M di BMW. Abbiamo quindi una M235i che sarà equipaggiata con un potente motore sei cilindri in linea da 2.000 cc, in grado di ruggire a 326 CV di potenza e 450 Nm di coppia. Il risultato su strada è da urlo: da 0 a 100 km/h in soli 5 secondi, che diventano 4,8 con lo speciale cambio automatico a otto velocità della casa. La velocità di punta è invece così alta da dover essere limitata elettronicamente a 250 km/h.

I prezzi per l’Italia non sono ancora stati svelati, per cui dobbiamo fare riferimento a quelli del mercato tedesco (per cui tenete conto che sono calcolate delle tasse diverse rispetto a quelle del nostro Paese). Il prezzo di partenza per la BMW 220i parte da 29.950 €, mentre il top di gamma, ovvero la BMW M235i, verrà venduta a 43.750 €.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati