Milano Auto Show 2014: Fiat non dà il suo appoggio al nuovo salone dell’auto

Milano Auto Show 2014: Fiat non dà il suo appoggio al nuovo salone dell’auto

Primo "gran rifiuto" per il progetto di Alfredo Cazzola

Milano Auto Show 2014 - Un primo grande "no" è stato consegnato ad Alfredo Cazzola per il suo progetto del nuovo Salone dell'auto a Milano. Il Gruppo Fiat, infatti, ha affermato di non credere che vi sia spazio per una simile iniziativa nell'attuale mercato
Milano Auto Show 2014: Fiat non dà il suo appoggio al nuovo salone dell’auto

Non comincia bene l’avventura del nuovo salone dell’auto italiano, il Milano Auto Show. Dopo l’iniziale entusiasmo registrato nelle prime ore seguite all’annuncio di Alfredo Cazzola, ci ha pensato Fiat ha gettare una secchiata di acqua gelida sulla Promotor e sulla Fiera Milano. Attraverso un comunicato ufficiale, a firma di un non meglio precisato portavoce, il Lingotto ha chiarito come non creda che ci sia lo spazio per aprire un nuovo salone oltre a quelli già esistenti, con particolare riferimento ai tre “grandi” europei, ovvero Parigi, Francoforte e Ginevra.

«Circa le ipotesi che si stanno facendo in questi giorni su futuri saloni dell’auto in Italia – si legge nella nota ufficiale – un portavoce della Fiat precisa che “non crediamo esistano le condizioni per far nascere un nuovo salone. Le difficoltà dei mercati hanno portato in questi ultimi anni alla chiusura di importanti sedi espositive in grandi città europee. Pensiamo che il salone di Francoforte, che si alterna annualmente a quello di Parigi, e soprattutto il motorshow di Ginevra siano più che sufficienti per l’esigenza dei produttori, dei media e del pubblico

Insomma, un primo e grande “no” al progetto dell’ex patron del Motor Show di Bologna, che già deve affrontare un mercato italiano in perpetua crisi. Resta ora da vedere se Cazzola fosse già o meno al corrente del fatto che il Gruppo Fiat non fosse entusiasta dell’idea di un nuovo salone dell’auto, oppure se la cosa l’abbia preso di sorpresa. Certamente occorrerà verificare la disponibilità anche delle altre case, ma che il gruppo più grande del nostro Paese abbia già servito il suo personalissimo “due di picche” non depone certo bene sullo sviluppo del progetto. Manca, però, ancora più di un anno all’apertura del nuovo Auto Show. Tempo per cambiare idea ce n’è.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Milano Auto Show 2014

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • SPADA GIANNI ha detto:

      Sicuramente gli apici della fiat mirano verso altri orizzonti diciamo statiuniti!!
      seconda considerazione cazzola a suo tempo vendendo il motor show non si è preoccupato del futuro di esso ma di quanto a intascato ora vorrebbe ricominciare con una nuova speculazione con le tasche degli altri in questo caso fiat folswagen ecc……ma quanto c’era da mungere è già stato munto è rimasto solo una spremutissima europa che non si sa bene da chi è amministrata dalla politica? dalle banche? ho dalle mafie!!! buongiorno

    Articoli correlati