WP_Post Object ( [ID] => 85045 [post_author] => 8 [post_date] => 2013-11-29 18:53:57 [post_date_gmt] => 2013-11-29 17:53:57 [post_content] => Al Salone di Ginevra del prossimo anno vedremo finalmente la tanto attesa terza generazione, ma nel frattempo è tempo di festeggiare i 20 anni dall'inizio del progetto di questa piccola compatta che ha segnato per sempre la storia della Losanga e dell'automobile in generale: la Renault Twingo. Per questa ragione la casa francese ha organizzato una grande festa a Milano per celebrare questo successo senza precedenti, presentando anche una speciale edizione 20th Anniversary proprio per l'occasione. Come ospite d'onore, però, è stato presente lo stesso Yves Dubreil, ovvero colui che possiamo considerare insieme a Patrick Le Quément il vero e proprio padre della Twingo. Una storia fatta di 2,5 milioni di esemplari e un successo senza precedenti, che vedrà la sua continuazione nella nuova versione in arrivo, secondo le previsioni, nella seconda metà del prossimo anno (ovviamente dopo l'anteprima svizzera di marzo). Secondo le indiscrezioni giunte in redazione fino ad oggi, la prossima generazione dovrebbe rappresentare un punto di rottura con la tradizione, pur mantenendo la sua filosofia e la sua essenza. Soprattutto dal punto di vista dell'architettura pare che ci sia da attendere qualche grosso cambiamento. La parola chiave sarebbe “abitabilità” nonostante le sue dimensioni di poco superiori ai 3,6 metri. L'obiettivo sarà paradossalmente di posizionarsi in un segmento leggermente superiore rispetto a quelle che dovrebbero essere le sue dirette concorrenti, come la Opel Adam o la Fiat 500, proprio per merito di questo spazio aggiuntivo extra. Dal punto di vista meccanico, pare che ci dovremo aspettare una dotazione di soli motori a benzina, con potenze comprese tra i 65 e i 90 CV. Sarà comunque prevista una versione più sportiva all'interno della gamma Renault Sport, ma per ora si tratta solamente di indiscrezioni che aspettano una conferma ufficiale. [post_title] => Renault Twingo, vent'anni e non sentirli [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => renault-twingo-ventanni-e-non-sentirli [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2013-11-29 18:53:57 [post_modified_gmt] => 2013-11-29 17:53:57 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=85045 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Renault Twingo, vent’anni e non sentirli

In attesa della terza generazione a Ginevra 2014

Renault Twingo - La terza generazione della piccola francese arriverà a Ginevra, ma nel frattempo la Losanga ha deciso di celebrarne la lunga dinastia iniziata ormai 20 anni fa

Al Salone di Ginevra del prossimo anno vedremo finalmente la tanto attesa terza generazione, ma nel frattempo è tempo di festeggiare i 20 anni dall’inizio del progetto di questa piccola compatta che ha segnato per sempre la storia della Losanga e dell’automobile in generale: la Renault Twingo. Per questa ragione la casa francese ha organizzato una grande festa a Milano per celebrare questo successo senza precedenti, presentando anche una speciale edizione 20th Anniversary proprio per l’occasione. Come ospite d’onore, però, è stato presente lo stesso Yves Dubreil, ovvero colui che possiamo considerare insieme a Patrick Le Quément il vero e proprio padre della Twingo.

Una storia fatta di 2,5 milioni di esemplari e un successo senza precedenti, che vedrà la sua continuazione nella nuova versione in arrivo, secondo le previsioni, nella seconda metà del prossimo anno (ovviamente dopo l’anteprima svizzera di marzo). Secondo le indiscrezioni giunte in redazione fino ad oggi, la prossima generazione dovrebbe rappresentare un punto di rottura con la tradizione, pur mantenendo la sua filosofia e la sua essenza. Soprattutto dal punto di vista dell’architettura pare che ci sia da attendere qualche grosso cambiamento. La parola chiave sarebbe “abitabilità” nonostante le sue dimensioni di poco superiori ai 3,6 metri. L’obiettivo sarà paradossalmente di posizionarsi in un segmento leggermente superiore rispetto a quelle che dovrebbero essere le sue dirette concorrenti, come la Opel Adam o la Fiat 500, proprio per merito di questo spazio aggiuntivo extra.

Dal punto di vista meccanico, pare che ci dovremo aspettare una dotazione di soli motori a benzina, con potenze comprese tra i 65 e i 90 CV. Sarà comunque prevista una versione più sportiva all’interno della gamma Renault Sport, ma per ora si tratta solamente di indiscrezioni che aspettano una conferma ufficiale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati